Le damigelle della sposa: il mood italiano da una tradizione americana

redazione

Le damigelle della sposa: il mood italiano da una tradizione americana

Condividi su:

mercoledì 09 Giugno 2021 - 06:45

Le amiche della sposa (Bridesmaids, damigelle) è un film del 2011 diretto da Paul Feig. Una commedia che tratta le avventure di Annie futura sposa e delle sue amiche due delle quasi si contendono l’amicizia e il ruolo di prima damigella o damigella d’onore.

Le damigelle della sposa sono tipiche della tradizione americana, però anche in Italia le spose le scelgono sempre più spesso. Le spose il giorno del matrimonio amano circondarsi di amiche vestite e abbinate al tema dell’evento, damigelle appunto. Il corteo di ragazze crea un’atmosfera scenografica anticipando l’arrivo della sposa all’altare portano eleganza e fanno spiccare il colore scelto per il matrimonio.

La figura delle damigelle ha origine storiche, in epoca Egizia o nell’Antica Roma, la sposa veniva accompagnata da ragazze nubili vestite in modo simile per deviare da lei gli spiriti maligni, gelosi della sua felicità. In realtà la figura della damigella tipica americana potrebbe avere un’origine biblica, perché Giacobbe nel libro della Genesi parla del matrimonio di Lia e di Rachele citando la schiava che le accompagnava. La schiava di allora era la servitrice, o meglio, la domestica di oggi. Infatti “Domestica” in inglese si dice Maid, termine che ha varie traduzioni in italiano fra le quali questa. Quindi letteralmente la “domestica della sposa” si può tradurre con Brides-Maid. Cioè la damigella…

Mentre in Italia le ragazze per quel giorno vestono ciò che la sposa decide per loro, in America le damigelle hanno un ruolo anche più operativo durante l’organizzazione del matrimonio. Quasi sempre accompagnano la sposa a scegliere il suo abito. Inoltre hanno il compito di organizzare le due feste per la sposa: il Bridal Shower, che è una serata a casa dove le damigelle e le amiche della sposa la coccolano con regali e ricordi della loro amicizia, e il Bachelorette Party, che è il corrispondente del nostro addio al nubilato… in pratica si va in giro a divertirsi! Spesso queste feste hanno dei costi notevoli, perché gli americani, si sa, fanno tutto in grande! E il costo è tutto di competenza delle damigelle. A volte la sposa chiede loro di sostenere anche il costo del loro abito e di pagare la propria quota per l’eventuale trasferta per il matrimonio. La figura delle damigelle grandi è diventata una vera e propria tendenza in Italia escludendo cosi i bambini: paggetti e damigelle come invece si usava anni fa, anche se ancora oggi chi ha dei piccoli cugini sfida il mood e sceglie la tradizione italiana.

L’aspetto fondamentale del ruolo delle damigelle è proprio l’abito, la scelta di quest’ultimo può creare dissapori tra la sposa e le sue amiche soprattutto quando è la sposa a decidere il colore e il modello dell’abito e ovviamente anche il costo. Il costo appunto potrebbe essere uno dei motivi, per non parlare poi, del modello e del colore con cui magari qualcuno potrebbe non sentirsi al proprio agio. La soluzione migliore per la sposa di concordare e quindi scegliere insieme alle amiche tutto “outfit” tenendo però sempre presente lo stile dell’evento. Si consiglia di non lasciare libere le amiche perchè si rischia di avere abiti dai colori simili ma diversi, che non stiano perfettamente bene l’uno accanto all’altro, o tessuti diversi. Di norma ogni tessuto reagisce in maniera diversa soprattutto ai movimenti di chi lo indossa e con tessuti diversi si perde l’effetto armonico di insieme, quindi si consiglia un tessuto uguale per tutte le damigelle e confezionare degli abiti su misura in sartoria o comprati nello stesso negozio o nello stesso sito.

Oggi sono tanti i siti che vendono abiti per damigelle tutte uguali e con una vasta gamma di modelli e misure. L’obbligo della sposa pertanto è di non mettere in nessun modo in difficoltà le amiche, evitando magari addii al nubilato troppo complessi o lontani oppure una partecipazione impegnativa all’organizzazione di tutto il matrimonio o scegliendo abiti troppo costosi. Le damigelle devono essere felici di partecipare, tanto quanto lo sarà la sposa nell’averle al suo fianco.

Arianna Sanguedolce

https://www.facebook.com/ariannaweddingeventconsultant/?ref=pages_you_manage

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta