Premio Scuola Digitale ’21, ecco le scuole della Provincia in finale

redazione

Premio Scuola Digitale ’21, ecco le scuole della Provincia in finale

Condividi su:

giovedì 01 Aprile 2021 - 10:48
Premio Scuola Digitale ’21, ecco le scuole della Provincia in finale

Sono state selezionate le scuole finaliste del Premio Scuola Digitale 2021 della provincia di Trapani. Un progetto promosso dal Ministero dell’Istruzione e che mette al centro le competenze delle scuole e degli studenti nel settore dell’innovazione digitale e didattica. 

La fase finale della provincia di Trapani del Psd 2021 è organizzata dal Liceo “Pascasino” di Marsala, scuola polo di riferimento del Progetto. Sono dodici le scuole che parteciperanno alla finale che si terrà in streaming giovedì 22 Aprile. Un evento in cui le scuole, sei per il Primo Ciclo e sei per il Secondo Ciclo, proporranno progetti innovativi e buone pratiche di didattica digitale integrata. 

Le scuole ammesse alla finale della fase provinciale di Trapani per il Primo Ciclo sono: l’I.C. “Rallo” di Favignana, l’I.C. “Borsellino Ajello” di Mazara del Vallo, la Scuola Media “Mazzini” di Marsala, l’I.C. “Pirandello S.Giovanni Bosco” di Campobello di Mazara, il. C.D. “Marconi” di Trapani e l’I.C. “Alighieri” di Valderice”.

Le scuole del Secondo Ciclo ad accedere alla finale sono: l’I.T.C. “Garibaldi” di Marsala, l’I.S. “Sciascia Bufalino” di Erice, l’I.T.E.T. “Caruso” di Alcamo, l’I.S. “D’Altavilla” di Mazara del Vallo, l’I.S. “Salvo” di Trapani, l’I.P.S.E.O.A. “Florio” di Erice.  

Sono stati 35 i progetti arrivati da altrettanti istituti scolastici, sia di Primo che di Secondo Ciclo, nella fase di preselezione alla finale del PSD. Un successo in termini di partecipazione, che piazza la provincia di Trapani tra le prime in Sicilia per questa edizione del PSD.

“Non è stato un lavoro semplice, immagino, per la Giuria selezionare i progetti finalisti che mi dicono essere tutti di alto profilo. Ci prepariamo adesso alla finale che si terrà in streaming. Nonostante la modalità a distanza imposta dalla pandemia stiamo preparando un evento finale di grande impatto, in linea con gli anni passati. Quindi ci saranno performance, musica, e ospiti importanti legati al mondo del digitale”, dichiara Anna Maria Angileri, dirigente del Liceo “Pascasino”, la scuola che sta coordinando il PSD in provincia di Trapani.

Nei prossimi giorni si terranno dei corsi con le scuole finaliste con il contributo di docenti interni ed esperti esterni sul “pitch” e sulla preparazione della presentazione del progetto in vista dell’evento finale.

I rappresentanti delle scuole selezionate per la finale si “sfideranno”, infatti, presentando in pochi minuti il progetto realizzato. I progetti devono far emergere modelli innovativi e buone pratiche di didattica digitale, anche extracurriculare, in grado di produrre un significativo impatto sull’apprendimento delle competenze digitali.

Unica scuola finalista tra gli Istituti Secondari di Secondo Grado di Marsala, l’ITET “Garibaldi”, che accede alla finale del 22 aprile.

Il progetto digitale ha coinvolto la classe quarta C dell’indirizzo S.I.A., Sistemi Informativi Aziendali, dell’Istituto Tecnico, attraverso la guida sapiente dell’Animatore digitale dell’ITET, la prof.ssa Antonietta Bonafede, e della tutor PCTO della classe, prof.ssa Antonella Milazzo.

Siamo indubbiamente molto orgogliosi del risultato, frutto di un lavoro di squadra straordinario che nasce da un preciso progetto di crescita personale e professionale dei nostri ragazzi – afferma Loana Giacalone, Dirigente dell’Istituto Tecnico -. Oggi, in una società fortemente dinamica, profondamente immersa nelle tecnologie digitali dettate dalla rivoluzione 4.0, le competenze digitali sono fondamentali e le soft skills, ad esse correlate, prima tra tutte il team working, ne rappresentano un essenziale tratto distintivo. Non dimentichiamo che le tecnologie digitali, facendo ormai parte dell’alfabetizzazione del nostro tempo, diventano anche competenze per una cittadinanza attiva e informata, “cittadinanza digitale”, essenziale per affrontare il nostro tempo e che, infine, ad un livello più alto, possono diventare un importante agente trasformativo”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta