Erice candida la palestra di via dei Pescatori al bando Sport e Periferie

redazione

Erice candida la palestra di via dei Pescatori al bando Sport e Periferie

Condividi su:

lunedì 02 Novembre 2020 - 11:29
Erice candida la palestra di via dei Pescatori al bando Sport e Periferie

Il Comune di Erice ha formalizzato proposta di partecipazione al Bando “Sport e Periferie” per l’annualità 2020 per il finanziamento del progetto per i “Lavori di adeguamento della palestra comunale di via dei Pescatori in località San Giuliano”.

La Giunta Toscano, infatti, nella seduta dello scorso 28 ottobre (delibera n.154), ha approvato in linea amministrativa il progetto esecutivo dei suddetti lavori autorizzando la partecipazione al Bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il progetto prevede la sostituzione dell’attuale pavimentazione con il parquet, la realizzazione di un controsoffitto fonoassorbente con nuovo impianto di illuminazione, il rifacimento degli spogliatoi e dei bagni per un importo complessivo di 496.948,03 euro, con una quota di compartecipazione a carico del comune di circa 25.000 euro. L’immobile, di proprietà del Comune di Erice, è utilizzato sia dalle strutture scolastiche che dalle associazioni del comprensorio ericino, costituendo uno spazio sportivo di rilievo.

«Ritengo che il recupero di un impianto così importante possa consentire di farlo divenire non solo un polo sportivo di livello, ma anche un centro di qualità in cui sviluppare progetti di socialità – commenta la sindaca, Daniela Toscano -. L’Amministrazione punta fortemente sul rilancio urbano del quartiere di San Giuliano anche tramite il ripristino di alcuni centri di connessione ed aggregazione ed è anche per questo che si è deciso di candidare il progetto al Bando Sport e Periferie».

«Tale intervento va certamente nella direzione di un servizio anche nei confronti delle associazioni sportive del territorio – aggiunge il vice sindaco, Gianni Mauro -. Ci auguriamo di riuscire ad intercettare anche questo finanziamento che ci consentirebbe di avere un vero e proprio fiore all’occhiello nel quartiere e nell’intero territorio ericino».

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta