Green Economy e digitale: opportunità senza precedenti

redazione

Green Economy e digitale: opportunità senza precedenti

Condividi su:

mercoledì 30 Settembre 2020 - 23:44
Green Economy e digitale: opportunità senza precedenti

All’interno della cornice che compone l’intero mosaico relativo dell’intrattenimento digitale i giochi hanno ottenuto una posizione di rilievo. I videogames hanno caratterizzato il settore fin dalle sue origini. Assieme alla cosiddetta green economy il digitale è uno dei settori sui quali maggiormente ci si affida per la ripresa non solo del nostro paese ma dell’economia globale.

I cambiamenti climatici e l’uso sempre più integrato delle nuove fonti di energia pulita stanno già modificando le nostre città e il nostro modo di vivere. Il futuro molto probabilmente sarà incentrato su un progressivo spopolamento delle grandi città a favore dei centri più piccoli e funzionali dove gli abitanti vivranno in ambienti con aria più pulita e dove le emissioni di gas nocivi verranno ridotti al minino. Il telelavoro sarà la prassi e il consumo di carburanti fossili ridotto al minimo indispensabile. Le nuove città già dal 2030 avranno integrato le green economy con il digitale su vari livelli, tali da aver ridisegnato le mappe stesse delle città e la sua urbanistica.

Già oggi ci sono settori che consentono di fare online quello che prima si fava volo dal vivo, nel modo dei giochi questo è particolarmente vero ed è stato testato da oltre 20 anni. Il circuito del gioco online in Europa così come in Italia si è saputo costruire una robusta nicchia, derivata da un lavoro capillare di programmazione e di differenziazione dei prodotti che presentava al pubblico. Oggi quando si parla di gioco online si pensa in maniera univoca al casinò digitale e alle sue principali attrattive di maggior successo anche se ci sono altre attività come il turismo e il settore bancario che attraverso l’online hanno rivoluzionato il loro modus operandi.

Nel corso degli ultimi anni tra i giochi di abilità come il poker online e il baccarat, c’è stata una attrattiva che ha saputo conquistare una posizione di supremazia, ottenendo buoni riscontri tra gli appassionati, curiosi ed esperti che atterravano sulle piattaforme rivolte al gioco dei casinò online. Si tratta del blackjack, gioco per molti aspetti spesso è stato accostato erroneamente al poker, mentre pur contenendo alcune somiglianze, lo stesso mazzo di carte francesi e alcune rudimentali regole, è un gioco con una sua dignità, approccio e metodo di svolgimento. Per questo motivo è bene spiegare come per padroneggiare il blackjack e aumentare in modo esponenziale le nostre chance di vittoria è bene studiare una strategia efficace per battere il dealer, che poi sarebbe il casinò che stiamo sfidando. Il gioco in versione online risponde alle stesse regole di quello tradizionale, dove però risulta assai difficile contare le carte, visto che i mazzi sono virtuali e creati da una simulazione di un software. Tuttavia il blackjack metodo è rivolto a quel tipo di utente e di giocatore che predilige la strategia di gioco che sfrutta alcuni criteri sulla puntata e sul margine che ogni mano possiede.

Tecnologia: innovazione, novità e giocabilità

Per il mondo della tecnologia questo è un momento storico sicuramente stimolante e proficuo. Da una parte c’è da rispondere a un numero sempre più elevato di utenti. La massa critica di chi fa un utilizzo quotidiano, costante dello strumento tecnologico, ha fatto sì che si potesse compiere un balzo in avanti per ogni idea funzionale a livello di innovazione. Si pensi allo stesso smartphone o ai progressi del mondo del web durante gli ultimi 18 anni per comprendere come queste invenzioni sono state in grado di plasmare la società liquida che stiamo attraversando. Di contro ci sono alcune problematiche legate all’utilizzo che facciamo di questo tipo di strumenti. In realtà il tutto era già iniziato prima della venuta di internet e del web.

Già con la comparsa delle prime console infatti, le abitudini di giovani e non solo, appassionati di videogiochi di categoria arcade, erano state modificate, rispetto a quello che era avvenuto con le generazioni precedenti a quelle degli anni ottanta e novanta in particolare. I primi personal computer e le primissime console, davano in effetti la possibilità a milioni di giovani di trascorrere il proprio tempo libero, senza doversi per forza spostare da casa.

Naturalmente questo tipo di fenomeno era legato principalmente a una certa categoria di geek e di appassionati del mondo degli arcade. Non era ancora un fenomeno di massa, come quello che stiamo vivendo e attraversando. Si pensi ad esempio alle ultime console Nintendo, Sony e Microsoft, come la Xbox Series S ad esempio, sempre più avveniristiche e perfezionate, ma fatto ancora più interessante, sempre più vendute e diffuse almeno in Occidente.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta