Torna a Marsala 38° Parallelo – tra libri e cantine. Il tema è “Comunità: rinascere dalla base”

redazione

Torna a Marsala 38° Parallelo – tra libri e cantine. Il tema è “Comunità: rinascere dalla base”

Condividi su:

martedì 08 Settembre 2020 - 13:08
Torna a Marsala 38° Parallelo – tra libri e cantine. Il tema è “Comunità: rinascere dalla base”

Dal 10 al 12 settembre a Marsala ritorna il festival letterario 3
parallelo – tra libri e cantine.
Giunto alla sua quarta edizione, dopo una felice parentesi sui social network con il format Anche da qui, la kermesse isolana ha deciso di
confermare una serie di appuntamenti dal vivo, animati come ogni anno da
un tema comune. Il titolo prescelto per il 2020 era ed è rimasto
“Comunità: rinascere dalla base”.
Un’anteprima del festival, sabato 29 agosto con Massimo Bray e Francesco
Giambrone, ha testimoniato il grande interesse di pubblico e la
necessità di scandaglio di certi argomenti. Per queste ragioni, con
tutte le dovute cautele da seguire per la crisi sanitaria, gli
organizzatori e la città di Marsala non hanno voluto rinunciare a un
evento ormai molto atteso.

Con ostinazione vogliamo tornare tra il nostro pubblico: un festival ha
motivo di esistere se incontra il suo pubblico di prossimità se lo
guarda negli occhi – dichiara Giuseppe Prode, direttore artistico di
38° parallelo -. Da marzo a giugno , con Anche da qui, siamo stati sulla
rete tra i primi in Italia, e abbiamo conosciuto un’altra Comunità che
ci ha reso tutti più ricchi, e proprio questa esperienza di arrivare ad
un pubblico altro ci ha dato la forza di andare alla IV edizione, seppur
rimodulando la proposta e dovendo dolorosamente rinunciare a 38° kids
per questa edizione”

Gli incontri inizieranno tutti alle 18.30, saranno ospitati in tre sedi
istituzionali e vedranno come protagonisti alcuni dei maggiori
rappresentati della realtà culturale del Paese.

Il 10 settembre il primo appuntamento coinvolgerà Monsignor Domenico
Mogavero e il vaticanista Fabio Zavattaro. Il tema della loro
conversazione verterà sulla natura e l’incontro delle diverse comunità
che popolano la nostra quotidianità. Si svolgerà nell’Atrio del Comune
di Marsala.
La seconda conversazione, l’11 settembre, interesserà tutte le
responsabili delle biblioteche cittadine della provincia di Trapani che
per il primo anno si fanno ambasciatrici del titolo di Città che Legge:
Castelvetrano, Marsala, Partanna e Trapani. Saranno presenti, al
Complesso Monumentale San Pietro, Milena Cudia, Margherita Giacalone,
Doriana Nastasi, Antonia di Girolamo, Rosalia Mazzara.

L’ultimo appuntamento si terrà giorno 12 al Parco Archeologico di
Lilibeo – Marsala e si concentrerà sul rapporto tra provincia e
periferia, con molti ospiti d’eccezione, tra cui Paolo Manfredi, Carmelo
Nigrelli, Filippo Parrino.

L’ingresso agli eventi è libero, fino a esaurimento posti, nel rispetto
delle norme anti-Covid.
Anche quest’anno il festival è realizzato con il patrocinio dell’Agenzia
per la Coesione Territoriale, dell’Assemblea Regionale Siciliana e del
Comune di Marsala. Si avvale della collaborazione del portale Treccani
Cultura e rientra negli eventi del Maggio dei Libri e della rassegna
legata a “Marsala Città che Legge”, con il sostegno dal Centro per il
Libro e La Lettura.

Essenziale per la realizzazione del Festival è il supporto di Fondazione
Sicilia e degli sponsor Banco BPM, MOD – Management on Demand ed
Enodoro.
L’inesausto e inesauribile desiderio di riflettere e confrontarsi
alimenta il bisogno di trovare degli spazi per farlo, e per farlo
collettivamente. 38° parallelo, di anno in anno, prova a creare quegli
spazi.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta