Nessuna lista presentata a Marsala, week end decisivo per candidati e coalizioni

Vincenzo Figlioli

Nessuna lista presentata a Marsala, week end decisivo per candidati e coalizioni

Condividi su:

Saturday 05 September 2020 - 07:45

Nessuna lista è stata ufficialmente depositata al Comune di Marsala ieri, nel primo giorno utile previsto. In realtà, era abbastanza prevedibile che i candidati e le coalizioni avrebbero rimandato tutto alla prossima settimana, in modo da utilizzare il week end per definire gli ultimi aspetti. Verosimilmente, i partiti, i movimenti e le liste civiche in corsa approfitteranno di tutto il tempo a loro disposizione, fino al termine ultimo di mercoledì 9, alle ore 12.

Nel centrosinistra si lavora alacremente per completare le liste, tra non poche difficoltà. Nel Pd, dopo l’autosospensione dei dissidenti guidati da Rino Ragona, sono praticamente andate a vuoto due riunioni di direttivo. Comprensibilmente spazientita, la segretaria Rosalba Mezzapelle ha inviato un messaggio ai tesserati in cui annuncia che “tutti gli iscritti che non si candideranno nelle liste del PD, verranno espulsi”, seguendo le indicazioni già espresse ad inizio settimana dalla direzione provinciale. Di fatto, dunque, c’è la concreta possibilità che tutti gli uscenti (Federica Meo, Calogero Ferreri, Vito Cimiotta, Angelo Di Girolamo, Mario Rodriquez, Linda Licari e Luana Alagna) siano inseriti nella lista ufficiale del Partito Democratico, che potrebbe comprendere anche il gruppo di Marsala Coraggiosa. Sembra certo, invece, il patto tra il gruppo di Nicola Fici e Città Futura, che convergerebbero nella lista Cento Passi, che pare possa contare pure sulla presenza della professoressa Matilde Sciarrino. Nel pomeriggio si è diffusa la voce di un accordo last minute tra Alberto Di Girolamo e Mario Figlioli (contattato anche da Dugo). Ma fonti vicine all’imprenditore lilybetano assicurano che il gruppo resta motivato a portare avanti il progetto di cambiamento messo a punto in questi mesi intorno al movimento civico Vento Nuovo. Dovrebbe farne parte anche Letizia Occhipinti (Marsala Tesoro Nostro) che ieri ha pubblicato un post molto critico sul servizio autobus, a proposito dei collegamenti tra centro e contrade.

Prosegue per la sua strada anche Sebastiano Grasso, con il Movimento Popolare Arcobaleno, che ha concluso la raccolta delle firme necessarie alla presentazione della lista. “Sono contento di poter dire ai marsalesi – sottolinea Grasso – che c’è un candidato sindaco che ha trascorso 45 giorni davanti al Comune, raccogliendo più di 500 firme alla luce del sole. Sicuramente è un fatto nuovo, che merita attenzione”.

Attivissimo, nelle ultime ore, anche il professore Giacomo Dugo, che ribadisce di essere “un candidato civico, il cui progetto per la città sarà sostenuto da un partito nazionale come la Lega”. Pare che il docente dell’Università di Messina potrà contare su altre due liste che andrebbero ad aggiungersi a quella del Carroccio, oltre che sul supporto (ormai dato per certo) di Giulia Adamo.

Ultimi ritocchi anche per la coalizione di Massimo Grillo, che – come gli altri candidati – dovrà anche indicare i primi assessori della sua compagine di giunta (si parla di Oreste Alagna, Arturo Galfano, Paolo Ruggieri e Antonella Coppola). Nel frattempo, l’ex parlamentare dell’Udc ha inviato una nuova nota programmatica, stavolta incentrato su strade e viabilità. Critico sugli interventi di questi anni, Grillo lancia una serie di proposte: l’istituzione di una “anagrafe delle strade” che hanno bisogno di una manutenzione urgente, cominciando dalle arterie principali; programmazione pluriennale dei lavori tenendo conto delle esigenze delle varie zone e contrade della città; nell’ambito della governance, istituzione di un’unita di controllo per la supervisione della qualità dei lavori pubblici durante e dopo i lavori ; reperimento fondi per la viabilità; razionalizzazione dei percorsi e incentivi per chi utilizza i mezzi pubblici”.

Incassato il prevedibile addio di Piera Aiello, il candidato del Movimento 5 Stelle Aldo Rodriquez dovrebbe depositare lunedì la propria lista al Comune, per poi presentarla alla stampa e alla città nel pomeriggio, nell’ambito di un’iniziativa aperta al pubblico che vedrà anche la partecipazione di alcuni portavoce regionali e nazionali. Nella sua ultima nota, il candidato pentastellato si è soffermato sul Welfare locale: “Prima di parlare di Turismo è necessario praticare il Sistema Sociale. Il sistema sociale vuole garantire a tutti i cittadini di Marsala la fruizione dei servizi sociali ritenuti indispensabili, garantendo sicurezza e benessere, nonché promuovere il Valore Umano e del suo Ambiente; ecco perché sarà integrato e interconnesso mettendo il servizio in comunione tra: cultura-ambiente-lavoro-sistemi di comunicazioni”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta