Il Covid blocca anche la Ciancio Fest 2020

redazione

Il Covid blocca anche la Ciancio Fest 2020

Condividi su:

venerdì 07 Agosto 2020 - 11:27
Il Covid blocca anche la Ciancio Fest 2020

E’ stata ufficialmente annullata la Ciancio Fest, la celebre manifestazione che rappresenta uno degli appuntamenti “storici” dell’estate marsalese.

“E’ stata una scelta dolorosa e sofferta”, commenta con amarezza Angelo Genna, che da anni coordina la festa che unisce cultura, fede e la tradizione intorno alla celebrazione della Santa Patrona della contrada, Maria Madre della Chiesa.

La decisione è stata presa all’unanimità dal parroco Giacomo Don Putaggio e dal consiglio direttivo riunitosi appositamente nei giorni scorsi.

Come tante altre manifestazioni anche la CiancioFest 2020 è stata annullata sotto i colpi delle restrizioni imposte per contrastare la diffusione del contagio. Impossibile infatti per il comitato iniziare la raccolta popolare degli oboli così come realizzare una festa di quartiere col divieto di assembramento e con gli obblighi di distanziamento da rispettare. Uno stop obbligato, dunque.

La Chiesa di Ciancio a Marsala
La Chiesa di Ciancio a Marsala

Precisa lo stesso Angelo Genna, d’accordo con il Parroco, con il consiglio direttivo e tutto il comitato: “ci fermiamo ma è solo una pausa. Anzi, siamo già a lavoro per l’edizione 2021, un’edizione che mi permetto di dire sarà ancora più bella e grandiosa”.

D’altro canto, nonostante l’annullamento, il Parroco don Giacomo Putaggio, rassicura che si è deciso che si svolgerà comunque, nella giornata di venerdì 21, in condizioni di sicurezza, la “scinnuta” del Simulacro e contestualmente si avrà l’apertura straordinaria della Chiesa dalle 17 alle 24 per consentire il pellegrinaggio e la preghiera personale, il tutto sempre nel rispetto delle indicate misure di igiene, sicurezza e di distanziamento sociale e senza alcuna forma di assembramento.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta