Marsala, il Consiglio approva il piano delle dismissioni

redazione

Marsala, il Consiglio approva il piano delle dismissioni

Condividi su:

giovedì 30 Luglio 2020 - 17:00
Marsala, il Consiglio approva il piano delle dismissioni

La seduta di stamani, 30 luglio, del Consiglio comunale di Marsala ha ripreso la trattazione dell’emendamento dell’Amministrazione sul “Piano delle dismissioni”.

Sia il presidente Enzo Sturiano che il vice presidente Arturo Galfano hanno stigmatizzato l’assenza dell’assessore Salvatore Accardi che avrebbe dovuto dare un chiarimento politico sui criteri di individuazione delle nove aree di sedime (frutto di demolizioni) da porre in vendita, oggetto dell’emendamento in discussione.

Per Daniele Nuccio, l’emendamento tecnico dell’Amministrazione Comunale è dell’ultima ora e non tiene conto dell’indirizzo del Consiglio comunale che aveva chiesto una ricognizione complessiva delle aree che rispondono ai criteri sui quali è stato redatto l’emendamento.

Dopo una breve sospensione dei lavori, ha preso la parola l’ingegnere Giacalone, affermando che l’emendamento si riferisce a nove abusi edilizi espropriati dopo il 1985, lotti interi già acquisiti al patrimonio comunale. Subito dopo sono intervenuti i consiglieri Daniele Nuccio, Flavio Coppola, Aaldo Rodriquez, Arturo Galfano ed Antonio Vinci. Tutti hanno espresso ulteriori dubbi e, complessivamente, hanno ritenuto fondamentale un confronto politico con l’Amministrazione, in mancanza del quale – hanno affermato – il voto sull’emendamento non potrà essere favorevole.

Successivamente, il presidente Sturiano ha posto in votazione l’emendamento dell’Amministrazione comunale: l’Aula ha respinto. Approvato, invece, il relativo atto “Piano delle valorizzazioni e delle dismissioni degli immobili di proprietà comunale”. Prima di chiudere la seduta, il presidente Sturiano ha comunicato che aggiornerà i lavori a Lunedì prossimo, 3 Agosto, cui seguiranno altre quattro sedute fissate per i giorni 5, 6, 10 e 12 Agosto, tutte con inizio alle ore 10:30.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta