Processo Scrigno, Fava incalza Musumeci: “Perchè la Regione non si costituisce come parte civile?”

redazione

Processo Scrigno, Fava incalza Musumeci: “Perchè la Regione non si costituisce come parte civile?”

Condividi su:

giovedì 30 Gennaio 2020 - 17:48
Processo Scrigno, Fava incalza Musumeci: “Perchè la Regione non si costituisce come parte civile?”

“Perché nel processo “Scrigno” che vede fra gli imputati l’ex deputato Paolo Ruggirello la Regione non si è costituita come Parte Civile?”. A chiederlo è il deputato regionale Claudio Fava, con una interrogazione urgente depositata all’Ars e rivolta al presidente Nello Musumeci.
“Il 15 gennaio, nel corso dell’udienza preliminare del processo scaturito dall’indagine di marzo del 2019 – evidenzia Fava – sono state valutate le richieste di costituzione di numerosi comuni della provincia di Trapani e con decisione del Gup del Tribunale di Palermo, giudice Filippo Serio, sono state ammesse come Parti Civili tutti i 15, tra Enti Locali e associazioni, che hanno presentato richiesta; fra questi non figura la Regione che, stando agli atti del processo, non sembra abbia formulato alcuna domanda per essere riconosciuta Parte Civile”. Ciò, nonostante “dagli atti depositati in sede di indagine, si ipotizzi per l’ex deputato Ruggirello un ruolo primario nella tutela
degli interessi criminali nella provincia di Trapani sfruttando, anche, il proprio ruolo quale componente dell’Assemblea Regionale Siciliana”.


Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta