Il sindaco Tranchida sul caso della coppia arcobaleno: “Rimando all’atto amministrativo”

redazione

Il sindaco Tranchida sul caso della coppia arcobaleno: “Rimando all’atto amministrativo”

Condividi su:

lunedì 18 Marzo 2019 - 19:26
Il sindaco Tranchida sul caso della coppia arcobaleno: “Rimando all’atto amministrativo”

Sollecitato da diversi cittadini a prendere una posizione sul caso della coppia omosessuale trapanese a cui è stato negato il diritto alla genitorialità, il sindaco Giacomo Tranchida ha inviato attraverso una nota stampa la sua prima dichiarazione sul tema. Il primo cittadino del capoluogo afferma che “proprio per rispetto della privacy della coppia arcobaleno, al momento non intende sul caso sollevato rilasciare alcuna dichiarazione, rimandando all’atto amministrativo adottato dagli uffici ogni approfondimento di merito”.

Nel frattempo, l’appello #Giacomometticiunafirma vede crescere di ora in ora i firmatari, che al momento in cui scriviamo hanno già superato quota 600 adesioni. Tra i sottoscrittori, anche la parlamentare del Pd Monica Cirinnà e il presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava, ma anche diversi consigliere comunali trapanesi e di altri Comuni della provincia, numerosi componenti dei Giovani Democratici, la Cgil di Trapani, i referenti locali dei Verdi e Art.1, studenti, artisti, professionisti, associazioni, docenti, impiegati, disoccupati, casalinghe. Nell’appello si chiede a Tranchida di riconoscere “il diritto di una famiglia omogenitoriale di iscrivere all’anagrafe cittadina i bambini della coppia come figli di entrambi”.

Condividi su: