Quasi pronte le liste del M5S. Un marsalese per il collegio uninominale?

redazione

Quasi pronte le liste del M5S. Un marsalese per il collegio uninominale?

Condividi su:

Tuesday 23 January 2018 - 06:30

Cominciano a prendere corpo le liste che il Movimento 5 Stelle presenterà sul territorio nazionale per le elezioni del prossimo 4 marzo. I primi nomi certi arrivano dall’esito delle parlamentarie, che la scorsa settimana hanno visto attivisti e simpatizzanti pentastellati votare sulla piattaforma Rousseau i candidati per i collegi di riferimento. Le liste ufficiali verranno comunque rese note dopo che verranno depositate presso gli uffici della Corte d’Appello.

Riassumendo il quadro pubblicato domenica sera sul sito ilblogdellestelle.it, per quanto riguarda la provincia di Trapani, si registra l’exploit dell’alcamese Antonio Lombardo, risultato il più votato nel plurinominale Sicilia 1 – 02, precedendo Caterina Licatini, Davide Aiello e Chiara Di Benedetto. Lombardo è un attivista storico del M5S: 35 anni, avvocato, collaboratore di un’associazione a tutela dei consumatori, è stato in prima linea nelle diverse battaglie che hanno visto il meetup di Alcamo protagonista in questi anni, da quella per la tutela del Castello di Calatubo a quella riguardante il libero accesso ai faraglioni di Scopello; è stato inoltre collaboratore parlamentare della portavoce all’Ars Valentina Palmeri, tra il gennaio 2014 e l’aprile 2016. Per lo stesso collegio è stata comunicata anche la lista dei cosidetti “candidati supplenti”, che subentrerebbero in caso di rinuncia dei più votati (Vincenzo D’Onofrio, la marsalese Carla Foderà, Antonio Parente e Rosa Vilardi).

Antonio Lombardo

Antonio Lombardo

Per quanto riguarda le candidature al collegio plurinominale del Senato, i quattro più votati sono stati la termitana Antonella Campagna, l’uscente trapanese Vincenzo Maurizio Santangelo (inizialmente dato per primo), Cinzia Leone e il giornalista Alberto Samonà (supplenti: Lydia Angela Schembri, Fabrizio Trentacoste, Giuseppa Cristina Federica Montana, Marco Trapanese).

Allo stato attuale, dunque, non si profila nessuna candidatura marsalese, per lo meno per il plurinominale. Detto di Carla Foderà (il cui risultato è stato comunque soddisfacente), Antonio Angileri (candidato sindaco nel 2015) si trincera dietro un laconico “no comment” che potrebbe preludere anche alla decisione di un clamoroso abbandono del meetup. Il portavoce in Consiglio comunale Aldo Rodriquez si congratula con i capilista designati (“sono state scelte persone competenti”) e si dice dispiaciuto per i marsalesi, pur aggiungendo che “la mancanza di un rappresentante territoriale non è un problema in quanto l’obiettivo del Movimento è l’attuazione del programma”. La partita delle candidature non è però ancora conclusa: ci sono ancora i nomi per i collegi uninominali da scegliere e i bene informati non escludono che potrebbe proprio essere di Capo Boeo il candidato scelto per il collegio Marsala-Trapani. Possibile che la scelta cada su un’attivista, ma anche su un esponente della società civile. “Alcuni profili sono già oggetto di valutazione da alcuni giorni – conferma Rodriquez – ma è prematuro parlarne. In ogni caso, la decisione finale spetterà a Luigi Di Maio, Ignazio Corrao e agli altri dirigenti preposti alla selezione delle candidature”.

Condividi su: