Democrazia partecipata a Trapani. Pochi i voti: vince il “co-marketing” ma il Commissario opta per sociale e verde pubblico

Audrey Vitale

Democrazia partecipata a Trapani. Pochi i voti: vince il “co-marketing” ma il Commissario opta per sociale e verde pubblico

Condividi su:

lunedì 22 Gennaio 2018 - 10:43
Democrazia partecipata a Trapani. Pochi i voti: vince il “co-marketing” ma il Commissario opta per sociale e verde pubblico

Era passato un po’ in sordina l’esito del sondaggio di Democrazia Partecipata indetto dal Comune di Trapani ai sensi della legge che prevede di spendere almeno il 2 % del gettito regionale IRPEF – quantificato nella somma di 42.430 euro –  in azioni di interesse comune, con forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano al cittadinanza. Il sondaggio, indetto lo scorso 23 novembre prevedeva la votazione di quattro opzioni:

1. Azioni per migliorare la comunicazione con il cittadino (restyling sito con funzioni dinamiche di interazione con i cittadini e le Associazioni);
2. Acquisto, ripristino e installazione di arredo urbano e verde pubblico anche in occasione delle festività natalizie;
3. Interventi di solidarietà sociale ( buoni mensa);
4. Altri interventi a libera scelta del cittadini da specificare

Ma ben poche, rispetto al numero di cittadini, sono state le mail pervenute in Comune entro i termini della scadenza del sondaggio fissata per lo scorso 2 dicembre. Sono state infatti 82 le preferenze giunte, come testimonia la delibera commissariale, così suddivise:

Stando ai numeri, dunque l’opzione che ha ottenuto maggiori preferenze (anche se con un esiguo 29) è stata il Co- Marketing, fra gli interventi di libera scelta richiesti ai cittadini (opzione 4). Un voto anche in contrapposizione alla chiara scelta di Messineo di non far partecipare la città di Trapani all’accordo di co-marketing per l’Aeroporto di Trapani-Birgi.

Quindici preferenze sono poi andate ad “interventi di arredo urbano e verde pubblico anche in occasione delle festività natalizie”. 12 le preferenze per la “valorizzazione di Villa Margherita” e 11 per interventi di solidarietà sociale. 

“Rilevato che, sulla scorta delle preferenze espresse – si legge nella delibera –  l‘Amministrazione, anche a seguito di incontri tematici aperti alle Associazioni ed alla cittadinanza tenutesi in data 23/11/2017 e 06/12/2017, ha ritenuto di destinare la somma di che trattasi per come di seguito indicata:
– Area tematica 2- Acquisto, ripristino e installazione di arredo urbano e verde pubblico anche in occasione delle festività natalizie ( che comprende anche opzioni inserite nell’area tematica 4) € 27.000,00
– Area tematica 3- Interventi di solidarietà sociale ( buoni mensa) € 15.430,00;
Dato atto che essendo trascorso il termine del 30 Novembre, termine utile per poter procedere alle variazioni di bilancio, si rende necessario, ora, procedere a prelevamento di € 42.430,00 dal Fondo di riserva e ciò al fine dell’istituzione dei capitoli da dotare per realizzare gli interventi di democrazia partecipata di cui alla normativa citata”.

Nello specifico dunque i soldi sono stati così suddivisi:

capitolo 12310 ( codice 01051040401001) denominato Trasferimenti in favore di Associazioni per arredo urbano in occasione di festività con dotazione di € 15.000,00
• capitolo 26667 ( codice 09021030299999) denominato Ripristino e installazione verde pubblico con dotazione di € 12.000,00
• capitolo 28852 ( 12041040202999) denominato Interventi di solidarieta’ sociale con dotazione di € 15.430,00.

Scarica la delibera: [ddownload id=”94610″]

Condividi su: