Carmelo Pipitone, un disco con i Dunk e poi O.R.K.

redazione

Carmelo Pipitone, un disco con i Dunk e poi O.R.K.

Condividi su:

Wednesday 17 January 2018 - 10:00

E’ uscito il 12 gennaio il disco dei Dunk, una super band nata dall’incontro tra i fratelli Ettore e Marco Giuradei, Luca Ferrari dei Verdena e Carmelo Pipitone di Marta sui Tubi e O.R.K.. Un album, che prende il nome dalla band, uscito per Woodworm Label. Quando il meglio del rock indie si incontra produce un mix perfetto, dalla quale emergono i contrasti ma al contempo le suggestive immagini evocate dai testi, ruvidi e diretti come i Dunk. L’ultimo singolo estratto dell’album è “Noi Non Siamo”, che la band definisce: “Un musical surreale e anarchico nella mente di un uomo che ha come unica compagnia i suoi cari estinti”.

Il videoclip, anche se girato in un cimitero, è alquanto ironico ed il brano si sorregge sulle chitarre tirate e nervose di Carmelo Pipitone, che conferma di essere uno dei migliori chitarristi della scena indipendente italiana. E non solo. Perchè il musicista petrosileno, oltre a partire in tour con i Dunk, si sta preparando per una nuova avventura live con gli O.R.K., un’altra grande band dal respiro internazionale nata dalla collaborazione tra Carmelo Pipitone e Lorenzo Esposito Fornasari (Berserk!, Obake) con due mostri sacri del rock come Pat Mastelotto degli storici King Crimson e Colin Edwin dei Porcupine Tree. Gli O.R.K. Hanno già all’attivo due album: “Inflamed Rides” e “Soul of an Octopus”.

Condividi su: