Il Consiglio comunale di Marsala ha approvato 13 debiti fuori bilancio

redazione

Il Consiglio comunale di Marsala ha approvato 13 debiti fuori bilancio

Condividi su:

martedì 19 Dicembre 2017 - 14:08
Il Consiglio comunale di Marsala ha approvato 13 debiti fuori bilancio

Come previsto, la seduta di ieri del Consiglio comunale è stata quasi interamente dedicata ai debiti fuori bilancio. Ben 13 le delibere che sono state esitate positivamente dall’assemblea di Sala delle Lapidi, per un totale di poco di 13 mila euro. L’approvazione delle delibere, avvenuta a maggioranza, ha fatto seguito al prelievo degli stessi punti dell’odg su proposta del presidente Enzo Sturiano. Per l’Amministrazione hanno partecipato ai lavori gli assessori Andrea Baiata e Rino Passalacqua. In apertura di seduta Sturiano ha comunicato ai consiglieri che in mattinata aveva avuto un incontro a Palermo con il neo assessore regionale agli enti locali, Bernadette Grasso, che gli ha riferito che il Comune di Marsala può procedere alla stabilizzazione dei precari in virtù di una legge regionale del 2016 (che è stata voluta dall’allora assessore Baccei) e sulla base del provvedimento del Ministro Madia. Ha fatto, inoltre presente, che si potrà giungere alla stabilizzazione senza concorso anche per le fasce C e D e ha auspicato, nel più breve tempo possibile, un tavolo tecnico con l’amministrazione Di Girolamo per avviare il percorso che porterà i precari ad ottenere un lavoro a tempo indeterminato. Soddisfazione per questa notizia è stata espressa dal capogruppo del Pd, Antonio Vinci. A Sturiano e Vinci, negli interventi, ha fatto seguito Arturo Galfano che ha dato notizia dell’avvio, il 21 dicembre prossimo, delle operazioni di montaggio della “Nave Romana” che presto potrà essere ammirata in tutto il suo splendore al Baglio Anselmi di Marsala, che diventa la sua sede definitiva. Sempre Galfano ha inoltre fatto presente di un eccezionale rinvenimento all’interno della Grotta della Madonna della Cava e in particolare di un affresco risalente al 1500 scoperto da tre giovani speleologi marsalesi e portato alla luce grazie alla donazione di 10 mila euro delle Cantine Paolini. Lo stesso consigliere ha anche auspicato il restauro della Chiesa di San Michele, facendo inoltre riferimento (come anticipato in un altro articolo pubblicato dalla nostra testata) al possibile arrivo di Papa Francesco a Marsala nel 2018, in occasione del 500esimo anniversario dal ritrovamento del simulacro della Madonna della Cava. Tale possibilità, che renderebbe molto felici i fedeli e l’intera comunità lilybetana, è stata comunque smentita da una nota ufficiale diffusa oggi dalla Diocesi di Mazara del Vallo.

Dopo l’approvazione dei debiti fuori bilancio e prima della chiusura della seduta i consiglieri Vinci, Angelo Di Girolamo, Sturiano e Sinacori hanno sollevato la delicata questione del depuratore di Petrosino, fermo da 30 anni, per la cui attivazione occorrerebbero molto di più dei 50/70 mila euro che sono stati preventivati.

Condividi su: