Il Marsala perde di misura a Trina.. Intanto Occhipinti torna a parlare di futuro

redazione

Il Marsala perde di misura a Trina.. Intanto Occhipinti torna a parlare di futuro

Condividi su:

Monday 07 November 2016 - 17:25

Nonostante l’impegno profuso in campo dai giocatori di mister Angelo Galfano, è fuor di dubbio che la situazione societaria ed il momento travagliato che sta vivendo lo Sport Club Marsala 1912 va ad inficiare le prestazioni e di conseguenza i risultati della compagine lilybetana.

Ieri pomeriggio, contro un Troina sempre più rivelazione del campionato, al secondo posto in classifica ed alla quinta vittoria consecutiva, gli azzurri hanno perso di misura onorando comunque al meglio la partita. Dopo un primo tempo sostanzialmente equilibrato, i cambi effettuati dal tecnico Pagana si sono rivelati decisivi e, soprattutto, vincenti. I locali, che già nel corso dei primi 45 minuti di gioco avevano creato qualche apprensione al guarda pali Maltese ,hanno concluso  il match con tutti i dati statistici a favore e sono riusciti a siglar eil goal da “tre punti”.

Intanto, l’amministratore unico Pino Occhipinti ha mandato un nuovo comunicato ufficiale ” dove chiede a “tutti di fare un passo indietro … per creare una società moderna nuova e forte – ed ancora nel comunicato si legge –  … Ora dico basta, ma non mi arrendo, io ho gli attributi, mi dimostrino gli altri, dai soci, ai giornalisti, agli imprenditori locali e forestieri, ai tuttologi di questa città, alle varie cordate di sportivi amanti del Marsala, mettendoci magari tutti insieme a formare, remando tutti nella stessa direzione, una società fortissima, mettendo da parte tutte le falsità finora vissute. Pino Occhipinti come ho dichiarato anche al Sindaco si può mettere da parte, ma gli altri cosa fanno, le reali intenzioni quali sono? Io aspetto e metto a disposizione se lo volete la mia competenza di 29 anni di dirigenza, metto a disposizione le somme che già personalmente ho versato per il Marsala 1912, pagando quello che mi è stato possibile pagare, ricevendo in cambio, niente, perché i soli spiccioli e le poche presenze allo Stadio questo hanno permesso. Comunque, devo ringraziare la stampa e tutti gli organi di informazione, i tifosi, gli sportivi, il mister, e tutti i ragazzi che hanno onorato la maglia, a cui chiedo scusa se in molte cose ho sbagliato per la mia inesperienza di primo dirigente e per la passione di salvare il calcio a Marsala. Per concludere, invito tutti a fare un passo indietro, a farsi un esame di coscienza sportiva, sempre se c’è l’hanno una coscienza, per creare una società moderna nuova e forte, visto che siete forti a buttare fango sulla mia dignità, perdendo del tempo utile, che lo si impieghi questo tempo per fare e non distruggere la fede calcistica per i colori azzurri dello Sport Club Marsala 1912. Ora, in risposta a tutto e a tutti, prometto di sistemare le situazioni amministrative, mi adopererò sempre per salvare questa società, ed aiuterò chiunque voglia sposare quel “progetto di rilancio” a creare una Nuova Società, che tutti hanno visto come un fatto mio personale e non hanno visto l’amore e la passione per il calcio marsalese. Nel confermare che sono l’amministratore unico in carica, che per le pratiche legali ci pensa l’Avvocato Tommaso Picciotto, che sono a disposizione affinch si svolgano delle vere assemblee societarie, chiudo dicendo sempre e più forte … Forza Marsala!!!

Condividi su: