Rifiuti, i controlli del Comune. Licari: “48% di contestazioni ai condomini”

vincenzofiglioli

Rifiuti, i controlli del Comune. Licari: “48% di contestazioni ai condomini”

Condividi su:

venerdì 12 Agosto 2016 - 07:35
Rifiuti, i controlli del Comune. Licari: “48% di contestazioni ai condomini”

Tra il presente – legato alle difficoltà emerse nel rispetto della nuova ordinanza – e l’immediato futuro – dettato dalla scadenza del contratto con Energetikambiente (ex Aimeri), il Comune di Marsala continua a riservare gran parte delle proprie energie alla raccolta dei rifiuti. Se infatti i cittadini hanno manifestato non pochi malumori sull’effettiva qualità del servizio in questi giorni, dall’altro lato molti osservatori attendono di capire cosa accadrà a fine mese, nel momento in cui scadrà il contratto che lega il Comune di Marsala e Energetikambiente.

Tutto lascia pensare che si andrà verso una proroga.

Non sarà una proroga, ma una continuazione del servizio di sei mesi. Si tratta di una clausola consentita dal contratto.

Si sposta in avanti nel tempo, dunque, l’attuazione del Piano di intervento che avete approvato in Consiglio comunale.

La Regione prima ci ha chiesto di approvare i piani comunali di raccolta, poi ha accentrato tutto mentre adesso pare se ne siano pentiti. Stiamo diffidando la Regione attraverso la prefettura per avere il via libera all’affidamento ai Comuni. Se non avessero bloccato tutto, avremmo già fatto il nostro bando per il nuovo servizio. In questa vicenda comunque, scontiamo anche l’inefficienza di altre amministrazioni che hanno una raccolta al di sotto del 10%, mentre noi a luglio siamo arrivati al 47,25%, naturalmente grazie al contributo dei cittadini.

Alcuni cittadini in questi giorni hanno comunque lamentato la carenza di controlli volti a sanzionare chi non rispetta l’ordinanza.

I controlli ci sono stati, su più fronti. Sono stati effettuati degli appostamenti che hanno consentito di fare una prima contestazione a un cittadino che depositava i rifiuti in centro fuori dall’orario previsto. Nei primi giorni in cui è entrata in vigore l’ordinanza, su 22 attività commerciali controllate ne abbiamo trovate 7 non in regola. Adesso siamo nelle condizioni di dire che la percentuale delle violazioni è passata dal 33% al 12%. Per le compostiere, da un primo controllo sono emerse irregolarità nel 30% dei casi, mentre la situazione più critica riguarda i condomini, in cui abbiamo registrato un 48% di contestazioni. Adesso intensificheremo i controlli con le telecamere di videosorveglianza, in modo da cogliere sul fatto chi viola l’ordinanza. L’obiettivo, comunque, non è sanzionare, ma fare prevenzione, in modo che ogni cittadino senta la città davvero sua.

L’ordinanza comunale entrata in vigore il 3 agosto resterà in vigore anche nei mesi successivi?

Intanto resterà in vigore per questo mese, poi si vedrà. Era doveroso intervenire con urgenza, anche per evitare in centro storico i cumuli di rifiuti negli orari in cui i cittadini o i turisti sono in giro o si fermano a cena fuori. Purtroppo nei primi giorni qualcuno ha tardato a recepire le nuove norme. Nei prossimi giorni partiremo comunque con una campagna di informazione costante.

La nuova ordinanza della Regione prevede che i Comuni trattino i quantitativi da conferire direttamente con i gestori delle discariche. Attualmente Marsala riesce a scaricare tutto a Lentini?

La discarica di Lentini ci consente di accogliere 50 tonnellate il lunedì e 70 negli altri giorni, facendo scaricare anche tre autoarticolati ogni volta. Dobbiamo però evidenziare che l’emergenza è rientrata perchè il governo nazionale ha dato alla Regione la possibilità di scaricare una quantità maggiore di rifiuti. Ma potrebbe anche essere una cosa limitata soltanto al mese di agosto. Abbiamo quindi il dovere di farci trovare pronti, nel caso l’emergenza dovesse riproporsi. E l’unico modo è potenziare la differenziata. Noi siamo a buon punto, ma il nostro obiettivo resta quello di arrivare al 65%.

Condividi su: