Nomina dei presidenti delle Commissioni: M5S all’attacco della maggioranza

Gaspare De Blasi

Nomina dei presidenti delle Commissioni: M5S all’attacco della maggioranza

Condividi su:

Thursday 16 July 2015 - 16:20

“Quanto sta accadendo in questi giorni all’interno del Consiglio Comunale è semplicemente scandaloso”. E’ quanto afferma il Movimento 5 Stelle di Marsala in una nota stampa. “Per il secondo giorno consecutivo la maggioranza non è riuscita a trovare la quadratura sull’elezione dei presidenti della I e II commissione”. Il riferimento è alla elezione dei presidenti delle commissioni che ancora i Consiglieri non riescono ad eleggere. “Non mi sarei mai aspettato di assistere a comportamenti di irresponsabile harakiri da parte della neo eletta maggioranza – dichiara il Consigliere comunale Aldo Rodriquez -. Una lotta fratricida che sta, alla fine, uccidendo soltanto la città di Marsala”. Secondo il pentastellato lilybetano, il Consiglio comunale è fermo, non può lavorare e la maggioranza è in una fase di stallo per la scelta dei vari presidenti e quindi l’avvio dei lavori. Una maggioranza disfattista, incurante delle necessità di questa città che dovrebbe tornare davanti ai propri elettori e spiegare per quale motivo non vogliono mettere in moto questa città”. Poi i grillini di Marsala attaccano il sindaco per la mancata assegnazione delle deleghe assessoriali. “Questi ultimi – continua Rodriquez – hanno vissuto il primo mese di governo (e quindi il primo stipendio) come se fosse una colonia estiva e stanno dimostrando la loro totale inattitudine a ricoprire incarichi istituzionali. Alberto Di Girolamo è sotto scacco della sua stessa maggioranza e del presidente del Consiglio Enzo Sturiano per la scelta del sostituto di quest’ultimo e la distribuzione delle deleghe” sull’attività del primo cittadino e della sua azione di governo il rappresentante dell’opposizione sembra avere le idee chiare. “E’ trascorso un mese dalla sua elezione e il sindaco non ha fornito alcuna linea politica sulla sua amministrazione e cosa intende fare nei primi cento giorni di governo. In effetti, ancora non si è capito cosa abbia fatto fino ad ora tranne chiedere tempo e risorse agli artisti e associazioni locali e inaugurare parcheggi già costruiti in precedenza”

Condividi su: