Ladri di libri

redazione

Ladri di libri

Condividi su:

Monday 31 March 2014 - 10:31

Hanno tentato di rubarci la cultura. Di questi tempi che fosse cosa nota lo sapevamo già, ma adesso si dà senso alla parola. Qualche giorno fa infatti, a Milano, ignoti hanno rubato Leggiu, il furgoncino di “Pianissimo” con cui Filippo Nicosia da Catania gira la Sicilia e l’Italia con un mare di libri a bordo, leggendo per i cittadini e coinvolgendo giovani scrittori. Filippo ed il suo, il nostro Leggiu, ha portato la cultura per strada, nelle piazze ed il pubblico che ha assistito ai reading ha molto apprezzato.

Un testimone oculare

Un testimone oculare

Ecco perchè un’agguerrita mobilitazione nazionale si è data da fare per “ridarci” Leggiu, affinchè questi sconsiderati ignoti – faccia di un’Italia becera che tenta di sopraffarci – riconsegnassero il camioncino ed i suoi libri, non importa in quale modo. Ed infatti proprio ieri il furgone è stato ritrovato sul Naviglio Pavese. Marsala ha conosciuto Leggiu e Pianissimo lo scorso agosto quando, grazie all’associazione Xaipe, in piazza S. Girolamo si è tenuto un reading che ha coinvolto anche dei musicisti. Grazie a Filippo Nicosia per la sua umanità, la passione che gli si legge negli occhi, il clima che si è respirato era di festa, di partecipazione; persone accomunate dalla voglia di raccontare e raccontarsi, parlando di mafia, di storie d’amore, di racconti fantastici. Qui si tratta di ladri di libri, non certo di merendine, parafrasando Camilleri. Sì perchè, volendo, con la cultura sarebbe bello poterci “mangiare”… sempre che non ci rubino la speranza di poterlo anche solo pensare. Nessuno può fermare la strada di Leggiu che va piano, anzi pianissimo, ma va lontano, anzi lontanissimo…

[claudia marchetti]

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta