Ad Alcamo “Scatti di Memoria”, la mostra che racconta la lotta alla mafia

redazione

Ad Alcamo “Scatti di Memoria”, la mostra che racconta la lotta alla mafia

Condividi su:

Tuesday 06 December 2022 - 11:48

Arriva ad Alcamo la mostra delle foto ammesse al 1° Contest Fotografico “Scatti di Memoria”, riservato agli studenti delle scuole superiori, promosso durante l’anno scolastico 2021/2022 dall’Associazione Nazionale Magistrati sottosezione di Trapani, dalla Camera Penale di Trapani e dall’associazione Libera. 

La mostra verrà inaugurata domani pomeriggio, mercoledì 7 dicembre, alle ore 16, presso il centro congressi Marconi, Corso VI Aprile. All’inaugurazione interverranno tra gli altri, oltre al sindaco Domenico Surdi e all’assessore alla cultura Donatella Bonanno, anche il presidente della sottosezione Anm Giancarlo Caruso, il presidente della Camera Penale Marco Siragusa e Domenico Grassa per il coordinamento provinciale di Libera.

Il contest fotografico nella sua prima edizione ha visto la partecipazione degli allievi delle scuole superiori di Trapani, Erice ed Alcamo e nello specifico, Alcamo ha partecipato con gli studenti del Liceo Scientifico Ferro. “Scatti di memoria” è stato un percorso importante, per un tema importante, la legalità, la lotta alle mafie. Gli studenti hanno realizzato i loro scatti, secondo quello che hanno appreso durante alcuni incontri preparatori, quelli con il fotografo Tony Gentile, con il cameraman Vincenzo Traina, col presidente di Libera Don Luigi Ciotti, con l’avvocato Stefano Giordano, con il Procuratore della Repubblica di Trapani Gabriele Paci.

E’ nel mettere insieme tutte le foto che sta il valore della mostra, emerge come non sia vero che i nostri giovani sono del tutto distratti, proprio attraverso il contest hanno avuto modo di conoscere e approfondire determinati fatti e di trasferire nelle foto il loro sentire, il presente, rispetto a quello che la memoria ha consegnato loro.

Abbiamo promosso – spiegano i promotori del contest fotografico Scatti di Memoria – attraverso la fotografia, un momento di riflessione attiva sul tema della memoria delle stragi di mafia e, in generale, sul senso e sul valore della legalità all’interno della società civile. Con questa iniziativa abbiamo affidato agli studenti delle scuole superiori del territorio trapanese il compito di elaborare un messaggio artistico che racchiuda una visione personale ed autonoma del rapporto con il passato costituito dai gravi episodi di criminalità che non hanno risparmiato, nella città di Trapani e non solo, vittime innocenti e semplici cittadini. Alle ragazze e ragazzi trapanesi abbiamo chiesto di proiettare il loro sguardo sul presente, alla ricerca di segni di speranza e resilienza rispetto al tentativo, mai placatosi, di piegare la coscienza individuale all’accettazione di forme di intimidazione e di violenza. Gli studenti hanno liberamente declinato le loro idee a proposito di legalità, giustizia, le foto danno una forma alla memoria e ci dimostrano come i ragazzi desiderano affrancarsi dal fenomeno mafioso”.

La mostra è visitabile, dal 7 al 14 dicembre, ogni giorno tranne l’8 dicembre (Immacolata) e lunedì 12 dicembre, con i seguenti orari: mattina 9.30/12.30 pomeriggio 15.30/18.30.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta