Furto di computer in una scuola di Palermo: è il secondo caso in pochi giorni

redazione

Furto di computer in una scuola di Palermo: è il secondo caso in pochi giorni

Condividi su:

Thursday 22 September 2022 - 12:46

Due raid in tre giorni. E’ quelli che ha subito il Thomas More, la scuola paritaria bilingue in via Pacinotti 49 a Palermo che ospita gli alunni di medie e liceo. All’apertura dei cancelli, lunedì 19 settembre, la prima amara sorpresa: rubati tutti i computer della segreteria della scuola. Il rientro in classe per il nuovo anno scolastico è stato così amaro per il dirigente scolastico, Filippo Salmè che, per non creare disagi alla didattica e all’organizzazione scolastica provvede nuovamente all’acquisto delle attrezzature per la scuola, interessata questa estate da lavori di ristrutturazione del plesso proprio per accogliere al meglio tutti gli studenti. A distanza di appena tre giorni dal primo furto, oggi (giovedì 22 settembre), un nuovo brutto risveglio. Forzando la serratura di una porta, la scuola è stata nuovamente visitata dai ladri che hanno fatto razzia di tutti i computer della segreteria, nuovi di zecca.

“La cosa che ci dispiace di più – commenta Stefania Guccione, presidente della cooperativa Thomas More che gestisce l’istituto – è che rubare in una scuola è come rubare sapendo che stai in qualche modo impedendo a questa città di diventare migliore perché la scuola questo fa, educa i cittadini. E’ triste che rubino in una scuola ed è triste che lo facciano due volte in una settimana. Il danno maggiore, al di là della perdita economica dei 5 computer rubati, è quello di avere perduto tutti i dati che le attrezzature contenevano”.

L’istituto in via Pacinotti è la seconda sede del Thomas More, inaugurata lo scorso anno per accogliere gli studenti del liceo e, da quest’anno scolastico anche il ciclo delle scuole medie. Il primo istituto, in via delle croci, ospita le classi della scuola primaria.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta