Referendum: a Marsala chiamati alle urne oltre 65 mila elettori

redazione

Referendum: a Marsala chiamati alle urne oltre 65 mila elettori

Condividi su:

venerdì 18 Settembre 2020 - 13:55
Referendum: a Marsala chiamati alle urne oltre 65 mila elettori

Tutto pronto al Comune di Marsala per le elezioni referendarie di domenica 20 e lunedì 21 settembre 2020. La “macchina “ elettorale, diretta dal segretario generale Bernardo Triolo e coordinata dalla dottoressa Matilde Adamo, ha predisposto quanto necessario per consentire ai marsalesi che si recheranno ai seggi di esercitare il loro diritto-dovere di voto. Gli elettori lilybetani chiamati alle urne per le elezioni referendarie sulla riduzione del numero dei parlamentari sono complessivamente 65549, di cui 31482 maschi e 34067 femmine. Voteranno negli 80 seggi ripartiti su tutto il territorio comunale e in quello speciale operativo all’ospedale. Per favorire gli elettori disabili inoltre l’Amministrazione comunale ha predisposto ben 13 sezioni, con l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sono la sezione n. 21 (Scuola elementare “Asta” di Sappusi), la n. 26 (Scuola elementare di piazza Caprera), la n. 32 (Scuola elementare di contrada Cozzaro), la n. 42 (Scuola elementare “Struppa” di Dammusello), la n. 44 (Scuola elementare “Elymus” di Birgi), la n. 45 (Scuola elementare di San Leonardo), la n. 47 (Scuola elementare “Mozia” di contrada Spagnola), la n. 59 (Scuola elementare di Misilla-Gurgo), la n. 62 (Scuola elementare di Paolini), la n. 64 (Scuola elementare di Digerbato), la n. 68 (Scuola elementare di Terrenove – Bambina), nonché la sezione 72 (nuova Scuola elementare di Strasatti) e la n. 74 (Istituto comprensivo “De Gasperi” di Fornara). Dai votanti è stata sottratta la quota dei soggetti iscritti all’Aire che voteranno per corrispondenza.

Gli elettori disabili dovranno presentarsi al seggio muniti, oltre che del certificato elettorale, anche di attestazione medica rilasciata dall’Asl, ovvero di apposita annotazione del diritto di voto assistito inserito nella tessera elettorale comunale. Per tutto il tempo delle votazioni sarà anche attivo al Comune un servizio gratuito di trasporto dei disabili, che si potrà richiedere telefonando al 33701428300 o al 3476770926. Chi ha smarrito la tessera elettorale potrà richiedere il duplicato, previa presentazione di valido documento d’identità. La richiesta potrà essere effettuata soltanto dai diretti interessati o dai familiari di 1° e 2° grado o ancora da soggetti muniti di apposita delega. I servizi saranno assicurati costantemente nel periodo della votazione e più specificatamente dalle ore 7 alle 23 di domenica 20 settembre e dalle 7 alle 15 di lunedì 21.

Nei seggi elettorali presteranno servizio complessivamente 5 persone: un presidente (cui spetterà un compenso di 130 euro, un segretario (nominato dal Presidente) e tre scrutatori (due all’ospedale). Il compenso per segretari e scrutatori sarà di 104 euro. Le operazioni di scrutinio delle schede votate avranno luogo subito dopo la chiusura dei seggi. L’ufficio stampa, come ha sempre fatto nel corso delle passate elezioni, invierà ai vari organi d’informazione il rilevamento dei votanti sia la domenica che il lunedì. Gli elettori, recandosi alle urne, dovranno attenersi scrupolosamente alla normativa anticovid-19 e dovranno, fra gli altri adempimenti, indossare obbligatoriamente la mascherina a protezione di naso e bocca.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta