Marsala 2020: per Grillo arriva l’investitura ufficiale. Scilla bacchetta Pellegrino

redazione

Marsala 2020: per Grillo arriva l’investitura ufficiale. Scilla bacchetta Pellegrino

Condividi su:

giovedì 05 Marzo 2020 - 11:18
Marsala 2020: per Grillo arriva l’investitura ufficiale. Scilla bacchetta Pellegrino

Si aggiunge un ulteriore tassello in vista dell’ufficializzazione della candidatura a sindaco di Massimo Grillo. Ieri si è tenuta una riunione alla quale hanno partecipato i deputati regionali della città Eleonora Lo Curto e Stefano Pellegrino insieme al tavolo civico (noto anche come “tavolo dei moderati”), composto da Paolo Ruggieri, Arturo Galfano, Nicola Fici, Giovanni Sinacori, Enzo Sturiano, Ignazio Chianetta, Michele Gandolfo e Massimo Grillo. Nel corso dell’incontro i presenti si sono confrontati in maniera approfondita sui problemi della città e sul programma da proporre alla comunità lilybetana in vista delle prossime amministrative.

“L’assemblea – si legge nella nota inviata alla stampa – ha individuato all’unanimità in Massimo Grillo la figura dotata della necessaria esperienza e competenza per sovraintendere alla realizzazione del programma e gli ha, pertanto, proposto di concorrere per la carica di primo cittadino”.

Massimo Grillo ha accolto l’invito, riservandosi di effettuare le opportune consultazioni prima di formalizzare l’accettazione definitiva della candidatura. A tal fine, nel corso dei prossimi giorni, l’ex deputato dell’Udc consulterà esponenti del mondo culturale, economico e sociale della città.

Un altro passaggio politicamente importante avverrà nei prossimi giorni, in particolare con l’assise del gruppo dirigente di Diventerà Bellissima e di ProgettiAmo Marsala, alla quale Paolo Ruggieri proporrà di ratificare l’investitura di Grillo quale candidato sindaco.

Detto che la Lega andrà sicuramente con Giulia Adamo, restano da chiarire le situazioni di Forza Italia e Fratelli d’Italia. Il partito di Berlusconi è attraversato da nuove tensioni in Sicilia: il documento critico sottoscritto da una parte dei forzisti isolani nei confronti di Gianfranco Miccichè ha compattato il fronte dei sostenitori del coordinatore regionale, che ha incassato anche la rinnovata fiducia del suo leader nazionale. In tutto ciò, come abbiamo scritto ieri, Stefano Pellegrino ha ufficializzato il proprio sostegno a Grillo, lasciando intendere la possibilità di mettere in campo la lista civica Noi Marsalesi. La sortita del penalista lilybetano ha scatenato la reazione del coordinatore provinciale Toni Scilla, che verosimilmente si è sentito scavalcato: “Forza Italia sta lavorando al fianco degli alleati della coalizione di centrodestra per costruire in tutti i comuni siciliani coinvolti nel voto liste e candidature vincenti. Alla luce di ciò ritengo che le fughe in avanti non siano mai costruttive. In particolare apprendo con amarezza e con un po’ di delusione della volontà dell’onorevole Stefano Pellegrino di correre a Marsala con la lista civica ‘Noi marsalesi’. Forza Italia a Marsala presenterà simbolo e lista. Proprio a giorni si terrà un incontro con i rappresentanti della coalizione di centrodestra per individuare i candidati. Sono certo che in questa occasione anche per Marsala troveremo la sintesi migliore”. Nessun sostegno ufficiale a Grillo, dunque, da parte di Scilla, che peraltro alle ultime regionali aveva ricevuto proprio nell’ex deputato dell’Udc un importante supporto elettorale.

Non si pronuncia ufficialmente, almeno per il momento, Fratelli d’Italia. Fino a qualche giorno fa sembrano scontato che il partito della Meloni andasse con la Adamo, che peraltro aveva avuto diverse interlocuzioni con l’onorevole Carolina Varchi a proposito della vicenda del Porto di Marsala e in occasione delle ultime elezioni europee a cui la deputata di FdI si era candidata. La nota del coordinatore provinciale Maurizio Miceli non fornisce però certezze a riguardo:
“Fratelli d’Italia a Marsala, così come in ciascuna competizione elettorale regionale e nazionale, lavora nell’interesse del territorio e d’intesa con le forze politiche che rientrano nel perimetro del centrodestra. In particolare a Marsala la nostra scelta è condizionata dall’alleanza politica e dal valore del progetto amministrativo che deve essere, come già detto in più occasioni, in discontinuità con la giunta Di Girolamo, in opposizione alla sinistra, rivolto al bene supremo di Marsala e dei marsalesi, unici titolati a decidere il loro destino”.

Condividi su:

Un commento

  1. Con Massimo Grillo sindaco avremo sicuramente competenza e onestà.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta