Trapani, continua il botta e risposta tra il sindaco e le sigle sindacali

redazione

Trapani, continua il botta e risposta tra il sindaco e le sigle sindacali

Condividi su:

martedì 16 Ottobre 2018 - 11:52
Trapani, continua il botta e risposta tra il sindaco e le sigle sindacali
Continua il botta e risposta tra il sindaco di Trapani e le sigle sindacali sulla vicenda legata ai dipendenti comunali. “Più che abbassare i toni occorre scoperchiare le fogne e tirar fuori tutto quel che puzza … e ostruisce, non solo lo smaltimento delle piogge (regolarmente allagando la città) ma in primis i diritti alla salute e sicurezza dei cittadini ed operatori commerciali contribuenti – ha affermato -. Che il Segretario generale CISL PALERMO – TRAPANI, dopo il Referente locale, trovi il tempo per tentare di mettermi a “tacere” sul vergognoso scandalo della grave condizione e mancata manutenzione fognaria, non addebitale solo alla mala gestione politico – amministrativa pregressa, ingenera in me più di qualche ragionevole dubbio. Se le relazioni sindacali che CISL intende inaugurare con la mia AC guardano alla tutela del bene collettivo e sociale dei trapanesi, nessuno problema a lavorare insieme e in tanti. Se invece si tende a tutelare, seppur legittimamente, singole e individuali irresponsabilità gestionali, mi dispiace, ma ci si troverà su posizioni nettamente opposte ed in ogni sede. Si, chi amministra e gestisce la cosa pubblica – dice infine il sindaco Tranchida -, cioè il bene comune cittadino, deve farsi carico delle proprie responsabilità, tanto vale nella funzione politica, quanto in quella dirigenziale, tecnica e amministrativa. Io ragiono così e il mio mandato sindacale intende tutelare tutti i cittadini trapanesi, cominciando da quelli più indifesi e meno protetti”. 

Condividi su: