Via libera alla sistemazione dei semafori. I lavori saranno effettuati dalla ditta Idrolux di Marsala

Chiara Putaggio

Via libera alla sistemazione dei semafori. I lavori saranno effettuati dalla ditta Idrolux di Marsala

Condividi su:

mercoledì 09 Luglio 2014 - 18:26

Si è svolta oggi la gara d’appalto per il rifacimento e la messa in sicurezza della segnaletica orizzontale e luminosa grazie alla quale verranno anche ammodernati i semafori del territorio marsalese. Ad aggiudicarsi i lavori è stata la ditta Idrolux di Giuseppe Frazzitta, un’azienda lilibetana che ha proposto un ribasso, a base d’asta, pari al 38,61 percento. A denunciare il cattivo funzionamento degli impianti sono stati in queste settimane numerosi cittadini, che hanno sottolineato come, in molte aree della città, il transito degli automobilisti sia diventato oltremodo rischioso.

In particolare, erano stati segnalati più recentemente i guasti ai semafori di via Nino Bixio, Amabilina e Cuore Di Gesù. Vetusto è inoltre il semaforo del “Bastione”, in via Cesare Battisti. Tuttavia la situazione più critica è sicuramente  quella del semaforo di via Ponte Samperi, all’altezza di contrada Ventrischi. L’impianto è spento oltre che spaccato (in seguito a due incidenti che lo hanno danneggiato) e la situazione preoccupa i residenti nelle contrade del versante sud della città, che spesso scelgono la strada in questione per evitare il traffico della via Nazionale (prosecuzione di via Mazara). Nel territorio marsalese sono presenti circa 18 semafori e molti sono stati installati più di vent’anni fa. Già all’inizio di giugno il vicesindaco Antonio Vinci aveva dichiarato: “Siamo al corrente del problema e i tecnici comunali hanno già effettuato la ricognizione e analizzato i casi, uno ad uno. Esiste una programmazione per la riparazione degli impianti”.

I semafori saranno adesso ammodernati grazie all’impiego di somme che provengono dalle multe elevate dai vigili urbani. Si tratta, in totale di una somma di 78.842 euro che era stata stanziata per il rifacimento e la sistemazione degli impianti semaforici e di tutta la segnaletica, (la legge, infatti, prevede che i proventi delle multe possono essere impiegati solo per lavori in qualche modo attinenti). Tra gli impianti da sistemare anche quello dello scorrimento veloce, per la riparazione del quale occorreranno circa quattro mila euro. Nel complesso, per le casse comunali è previsto un impegno di spesa pari a 54.424 euro. Già dopodomani sarà effettuato l’affidamento dei lavori che saranno seguite dagli esperti dell’Ufficio tecnico comunale diretto dall’ingegnere capo Luigi Palmeri (e precisamente dal settore “Illuminazione pubblica” curato dal geometra Gaspare Zichittella) che hanno verificato lo stato della segnaletica comunale.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta