Stabilizzati gli assistenti igienico-personali marsalesi, Coppola: “La nostra protesta è servita”

Gaspare De Blasi

Stabilizzati gli assistenti igienico-personali marsalesi, Coppola: “La nostra protesta è servita”

Condividi su:

Wednesday 25 January 2023 - 06:54

A seguito della stabilizzazione con contratto di 24 ore settimanali per 12 mesi per tutti gli assistenti igienico personali, interviene il consigliere comunale Flavio Coppola.

Lei è stato protagonista in Aula di diversi interventi che andavano verso quella direzione.

“E’ stata una vicenda che ha avuto inizio a seguito di una protesta, con occupazione dell’aula consiliare da parte del sottoscritto e di alcuni consiglieri ( Leo Orlando, Rino Passalacqua Mario Rodriquez Nicola Fici Gabriele Di Pietra Rosanna Genna Ivan Gerardi e il compianto Andrea Marino), poiché tale servizio non era riuscito a partire dal primo giorno di scuola come era normale che fosse”.

Poi avete prodotto un relativo atto di indirizzo approvato dal Consiglio comunale

“La nostra a protesta ha portato la giunta comunale a prendere il relativo provvedimentio indicato dal consiglio comunale, che dispone l’erogazione del servizio di assistenza igienico/personale specialistico per i bambini disabili con lo scopo di garantire tale servizio per l’intero anno scolastico, senza interruzioni. In questo modo, grazie al contratto di 12 mesi degli operatori, si potranno fornire servizi aggiuntivi che saranno di effettivo ed efficace sostegno ai bambini disabili e alle loro famiglie”.

Non solo gli utenti, ma anche i lavoratori che adesso hanno una stabilizzazione diversa.

“Certo. Si è trattato di un giusto riconoscimento agli operatori specializzati che con dedizione e competenza assolvono questo delicato compito”.

Che ruolo hanno avuto i sindacati di categoria?

“Determinanti in fase di trattativa sono stati CGIL-CISL-UIL, che sono riusciti a creare le condizioni idonee per la regolarizzazione del nuovo contratto lavorativo degli assistenti”.

C’è voluto anche un intervento dell’Ars. Di cosa si è trattato?

“La prima Commissione parlamentare all’Ars , presieduta allora dal marsalese Stefano Pellegrino, a seguito di interlocuzioni e riferimenti normativi, ha stabilito che questo servizio spetta agli enti locali con personale specializzato, sgomberando di fatto qualsiasi dubbio, anche sulle competenze”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta