Arrivano i nostri

Gaspare De Blasi

Io la penso così

Arrivano i nostri

Condividi su:

Friday 21 October 2022 - 07:14

Ci sono consiglieri comunali, personaggi che ruotano attorno alla politica, capaci e incapaci di turno, che non aspettano altro che il sindaco della loro città cambi squadra di governo (gli assessori, va…) per proporsi a guidare la cosa pubblica. Gli assessori una volta erano espressione dei partiti. Si disse (e noi eravamo e siamo in parte d’accordo) che per decenni le città si governavano con il cosiddetto manuale “Cencelli”: tanti voti contribuivano ad eleggere diversi consiglieri che ambivano ad assessorati. Le crisi si aprivano a volte (spesso, sempre?) anche senza motivo, soltanto per predisporre gli avvicendamenti… e voi ci capite.

Il periodo nel quale queste sostituzioni avvenivano erano quelli che arrivavano dopo le elezioni non amministrative. Chi aveva il “cardillo” onorevole che “saliva” avanzava pretese e via cosi di giunta in giunta. Ora i tempi sono cambiati perché i partiti (salvo alcuni) non esistono più? Nemmeno per sogno. Guardate la conformazione del Consiglio comunale di Marsala, in poco più di due anni sono di più quelli che hanno cambiato casacca che quelli che sono rimasti al loro posto. Del resto anche il sindaco Massimo Grillo ha più volte detto che dopo le elezioni regionali (che poi si sono svolte assieme a quelle nazionali) avrebbe provveduto ad un eventuale rimpasto di giunta. E noi aspettiamo? Neppure per sogno 2.

Amministrino quelli che ci sono e che il sindaco si è scelti e vengano sostituiti soltanto se a suo insindacabile parere non stanno svolgendo bene il loro lavoro. Questo è il nuovo che dovrebbe avanzare, altrimenti si torna al manuale di cui sopra. Vogliamo aggiungere una nota. Appena Grillo ha annunciato la sua intensione (che, lo ripetiamo, non condividiamo), si è aperto il toto assessori. “Sarà Tizio che prederà il posto di Caio” perché il suo candidato alle regionali non è stato eletto”… e via così bocciando e promuovendo. E tutto questo che c’entra con le strade, con le buche? Con la qualità della mensa nelle scuole, con l’illuminazione pubblica e la promozione turistica di Marsala?.

Intanto i “Nostri” arrivano e suonano i campanelli alla porta degli assessorati. Per età ne abbiamo visti in tanti bussare e anche molto forte. Siamo romantici ma qualcuno (pochi, è vero) che ha preferito rimanere al proprio lavoro, dedicandosi agli interessi anche pubblici in altro modo e dire no ad un “posto al sole”, l’abbiamo visto. Non si tratta di eroi e neppure di personaggi che voltano le spalle alle responsabilità. Hanno soltanto scelto di non bussare, di aprire e dire no e talvolta di non aprire neppure. Ma intanto i Nostri stanno arrivando.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta