“Da novembre niente più viaggi in Europa da Birgi”, lamentele dagli utenti

redazione

“Da novembre niente più viaggi in Europa da Birgi”, lamentele dagli utenti

Condividi su:

Saturday 01 October 2022 - 08:00

Spagna, Francia, Germania, Regno Unito. Sono alcuni dei paesi europei in cui da novembre non si può più viaggiare da e per l’aeroporto di Trapani-Marsala.

Dopo la presentazione, con tutti gli onori del caso della Winter 2022-2023 da parte di Airgest con la compagnia irlandese Ryaniar, alcuni utenti lamentano la possibilità, dallo scalo “Vincenzo Florio” di raggiungere le mete europee.

“Le ultime tratte che si possono effettuare e quindi acquistare – notano alcuni cittadini della Provincia di Trapani – sono quelle fino ad ottobre. Poi si può viaggiare solo per le tratte italiane garantite da Ryanair, tra cui Bologna, Milano, Roma, Pisa, Torino, Venezia, e per Malta, unica tratta internazionale”. Per il vero così aveva detto in conferenza stampa il Presidente Salvatore Ombra.

I limiti ad oggi però, sono evidenti. I ponti di Ognissanti, dell’Immacolata, le vacanze natalizie per le altre mete europee da Birgi sono precluse e si può solo viaggiare dal più vicino aeroporto, ovvero quello di Palermo.

Intanto nei giorni scorsi è giunta la notizia del volo Trapani-Catania con la compagnia Aeroitalia. Costa “meno di un pieno di benzina, a partire da 30 euro” si afferma nella nota diffusa per annunciare la notizia. Al momento, dal sito di Aeroitalia ci sono biglietti sì a partire da 30 euro ma “basic”, poi si passa a 60 euro. In altri siti si parla di 59 euro, 69 e fino a oltre 80 euro a persona.

Viaggiare da questa parte della Sicilia sta diventando difficile per tutta una serie di motivazioni: caro benzina, caro prezzi, tratte sempre più risicate, guerra ancora in corso, ecc.

Intanto il Presidente Airgest Salvatore Ombra fa sapere che l’aeroporto cresce in termini di numeri. Speriamo non si fermi anche se con meno tratte dall’UE – tranne Malta – sarà difficile raggiungere questa fetta di Sicilia.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta