Bombe al 2 %

Gaspare De Blasi

Io la penso così

Bombe al 2 %

Condividi su:

mercoledì 30 Marzo 2022 - 06:00

Il governo nazionale presieduto da Mario Draghi ha accolto l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia che lo impegna a raggiungere la soglia del 2 per cento sulle spese militari senza richiesta di voto. È quanto avvenuto in commissione Esteri e Difesa del Senato dove è all’esame il decreto Ucraina.

Il provvedimento dovrebbe arrivare in Aula domani mattina per la fiducia. La decisione apre un problema dentro la maggioranza: poco prima infatti, Giuseppe Conte in una conferenza stampa aveva annunciato il voto a favore del provvedimento, ma al tempo stesso aveva ribadito il no all’odg di Fratelli d’Italia per l’aumento della spesa militare. Noi siamo un po’ confusi (di questi tempi ci capita spesso) se leggiamo di Papa Francesco, furibondo, quando dice “pazzi” ai governanti, Draghi compreso, che vogliono spendere il 2% del Pil per spese militari. Non è affatto semplice riuscire a far coincidere il rifiuto delle armi con l’esigenza di aiutare il popolo ucraino a difendersi dall’aggressore.

Abbiamo però notato che al contrario di altre posizioni pubbliche del pontefice, le sue dichiarazioni sulle armi sono finite nelle pagine interne dei grandi quotidiani. Forse perché il papà non è d’accordo con le scelte del governo italiano? Può darsi. Anzi c’è chi arriva ad affermare, noi non stiamo sempre davanti alla Tv e quindi non abbiamo elementi, che il Tg1 ha addirittura censurato il Papa. Chi indica la via più “paracula” è come al solito il Pd. Sostiene, infatti, Francesco Boccia, che se con il cuore il partito appoggia le parole del Papa, con il cervello deve approvare l’aumento delle spese militari. Cuore o cervello? Liscia, gasata o …? Noi e chi ci segue forse lo ricorda, non siamo sempre stati d’accordo con il Santo Padre (il quale, secondo riservate indiscrezioni, sopravvive benissimo lo stesso), però abbiamo avuto in questo caso l’impressione che per certa stampa sarebbe cosa buona e giusta se in futuro questo signore vestito di bianco si astenesse dall’intervenire su temi sensibili, che esulano dalle sue competenze, suscitando vasto imbarazzo nel fronte belligerante dei salotti televisivi.

Come si permette di dire “che si continua a governare il mondo come uno ‘scacchiere’, dove i potenti studiano le mosse per estendere il predominio a danno degli altri”? Definisce “insopportabile” quello che succede a Kiev “frutto della vecchia logica di potere che ancora domina la cosiddetta geopolitica”? In una delle rare occasioni di un suo intervento televisivo (copiatelo cari colleghi), quel genio di Woody Allen ad una domanda insistente dell’intrattenitore disse: “Come si può dare retta a chi si ostina a parlare dell’Aldilà visto che non c’è mai stato?”. Tra poco lo diranno certuni di sera, invitati in tv, a proposito del Papa.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta