Prove di chiarimento in maggioranza dopo il caso Marsala Schola

Vincenzo Figlioli

Prove di chiarimento in maggioranza dopo il caso Marsala Schola

Condividi su:

Thursday 18 November 2021 - 07:00

Si è tenuto a inizio settimana l’atteso incontro di maggioranza convocato dal sindaco di Marsala Massimo Grillo dopo il “caso Marsala Schola”. Nell’ultima sessione consiliare, come si ricorderà, su input di alcune frange della maggioranza era stato chiesto il prelievo dell’atto di indirizzo in cui si proponeva lo scioglimento dell’istituzione. La successiva approvazione, di fatto, è stata considerata un segnale di allarme politico sulla tenuta della coalizione a un anno dalle amministrative che hanno sancito il trionfo elettorale di Grillo e delle sue nove liste, rappresentate a Sala delle Lapidi da 21 consiglieri comunali su 24 presenti, oltre che dagli assessori, tutti di nomina politica.

Allo scopo di porre un freno alle fibrillazioni che già da alcuni mesi si erano evidenziate nelle sedute consiliari e che verosimilmente sono collegate anche ai nuovi equilibri politici che potrebbero definirsi in vista delle elezioni regionali del prossimo autunno, Grillo ha voluto incontrare i deputati regionali Stefano Pellegrino ed Eleonora Lo Curto, il presidente del massimo consesso civico Enzo Sturiano e i referenti locali dei partiti e dei movimenti di maggioranza, rappresentati da Tommaso Putaggio (Forza Italia), Ignazio Chianetta (Via), Diventerà Bellissima (Marta Pace e Francesco Peloso) e Sergio Bellafiore (Liberi). Presenti all’incontro anche quasi tutti gli assessori della giunta comunale (mancavano Michele Gandolfo e Antonella Coppola).

Da parte dei rappresentanti politici è stato ribadito un certo malcontento per l’operato di alcuni componenti della squadra assessoriale, ritenuti poco presenti o poco disponibili al confronto. Nell’occasione è stata dunque ribadita la richiesta di un maggiore ascolto e di un più costante raccordo tra giunta e partiti. Massimo Grillo, da parte sua, ha evidenziato che ogni lista è rappresentata in giunta, così come era stato deciso al momento dell’accordo elettorale. Sta dunque ai partiti e ai movimenti della coalizione discutere maggiormente al proprio interno e individuare un metodo per proseguire nel lavoro iniziato un anno fa. Dopo di che, la maggioranza tornerà a confrontarsi collegialmente e di fronte a una rinnovata fiducia delle forze politiche verso i propri assessori di riferimento, il sindaco si è dichiarato intenzionato ad andare avanti con la stessa squadra, almeno fino alle prossime regionali. Viceversa, Grillo trarrà le dovute conseguenze e i prossimi mesi potrebbero già far registrare qualche novità in giunta. A riguardo non è da escludere l’ingresso di un rappresentante di Liberi nella compagine assessoriale, com’era stato ipotizzato dal consigliere Vito Milazzo nel caso in cui si procedesse all’effettivo scioglimento dell’istituzione Marsala Schola, il cui Cda è attualmente presieduto dall’avvocato Sergio Bellafiore.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta