Ignazio Chianetta (Via): “Con l’amministrazione di Marsala occorre più dialogo”

redazione

Ignazio Chianetta (Via): “Con l’amministrazione di Marsala occorre più dialogo”

Condividi su:

sabato 02 Ottobre 2021 - 08:18

Ignazio Chianetta, più volte consigliere comunale ed assessore a Marsala, è attualmente il responsabile locale del Movimento civico “Via”.

Eppure si parlava di una sua possibile designazione nella giunta guidata da Massimo Grillo.

“Abbiamo deciso che fosse opportuno che ci si occupasse del Movimento per farlo crescere e radicarlo nel territorio. La scelta è caduta sulla mia persona. Occorre dire però che il Movimento è rappresentato molto bene in giunta. Abbiamo indicato gli assessori Michele Gandolfo, Arturo Galfano e Giuseppe D’Alessandro. Poi in consiglio comunale anche se divisi in alcuni gruppi, il Movimento è rappresentato in maggioranza. Noi però stiamo lavorando per accrescere il consenso tra la società civile. Sono in tanti, giovani e donne che si avvicinano a noi, magari per segnalarci delle problematiche che noi giriamo ai nostri rappresentanti istituzionali. Abbiamo strutturato il Movimento con dei responsabili per aree tematiche, facciamo spesso delle riunioni e ci confrontiamo”.

Insomma vi state preparando per le prossime elezioni regionali.

“A Marsala sicuramente il Movimento Via avrà un candidato locale da proporre agli elettori. La strategia elettorale che abbiamo messo in campo alle scorse amministrative a Marsala è da esempio per tutto il movimento, basti pensare quello che accade ad Alcamo dove sosteniamo un candidato con 8 liste come è accaduto aelle scorse amministrative marsalesi. Sono convinto che ci siano le condizioni per vincere anche lì a primo turno così come a Calatafimi dove sosteniamo un candidato sindaco donna”.

Torniamo a Marsala e alle elezioni regionali. Voi metterete in lista un candidato marsalese che sarà Ignazio Chianetta?

“Abbiamo discusso di programmi e della necessità di esserci con una presenza in lista. Non si è parlato di nomi”.

Ma tutti sono convinti che lei sarà candidato all’Ars.

“Se il Movimento dovesse propormelo, valuterò. Certo non mi dispiacerebbe, ma si tratta di una cosa ancora prematura, lavoriamo sui programmi e sulle esigenze della città”.

Veniamo alle esigenze di Marsala. Che giudizio dà su questo primo anno di giunta guidata da Massimo Grillo?

“Uno è di natura politica e anche il recente dibattito in Consiglio comunale lo ha evidenziato. Tenere unita una maggioranza eterogenea non è semplice. Ci sono storie e sensibilità diverse che si sono messe assieme per governare la città. Occorre che tutti facciano talvolta un passo indietro. A cominciare anche dai componenti l’esecutivo e dallo stesso sindaco. Occorre più dialogo e concertazione. Sono convinto che i risultati non mancheranno. E prima che me lo chieda lei affrontiamo subito l’argomento degli argomenti a Marsala: la raccolta della spazzatura”.

Ecco, appunto. Per lei oggi Marsala è più pulita di prima?

“Che l’assessore Michele Milazzo stia facendo un buon lavoro è fuori dubbio. Il centro urbano oggi è più pulito e la differenziata viene ritirata con maggiore puntualità. Rimane la questione dei grandi quartieri popolari. L’amministrazione attuale ha ereditato un contratto con Energetikambiente che presenta numerose falle”.

Allora non c’è nulla da fare?

“Come per il centro urbano occorre un intervento di dialogo costante con la ditta per cercare nuove soluzioni. Impegno e collaborazione nell’interesse della città”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta