Marsala, si riunisce il consiglio, ma non tratterà le tariffe della Tari

redazione

Marsala, si riunisce il consiglio, ma non tratterà le tariffe della Tari

Condividi su:

giovedì 22 Luglio 2021 - 07:25

Tra i 18 i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che torna a riunirsi nel pomeriggio di giovedì 22 giugno, è prevista l’approvazione delle tariffe Tari per l’anno 2021.

Abbiamo chiesto al presidente della commissione Finanze del comune, il consigliere Pier Giorgio Giacalone, di capire che tipo di tariffazione debbono aspettarsi i marsalesi. “Non discuteremo questo punto che è inserito all’ordine del giorno – ci ha detto l’esponente di Progettiamo Marsala -, l’atto deve essere preceduto dall’approvazione del Piano Economico Finanziario. Strumento che ci era stato spedito in commissione per analizzarlo. Poi per motivi burocratici ci si è accorti che mancavano alcuni passaggi ed è dovuto ritornare agli uffici. Ci sarà riconsegnato a breve. Visto che il Pef e la Tari hanno una scadenza perentoria, debbono essere esitati entro il 31 luglio dal Consiglio comunale”.

La Commissione ascolterà già nella giornata di martedì il direttore dell’Ufficio di ragioneria Filippo Angileri. All’ordine del giorno dei lavori d’Aula c’è anche l’annullamento della delibera che istituiva una variazione al regolamento cimiteriale con l’introduzione del registro dei bambini mai nati. Come preannunciato nei mesi scorsi dal consigliere Piero Cavasino, la questione è stata oggetto di riflessione e la Commissione Affari Generali del Comune di Marsala ha già espresso parere favorevole all’annullamento dell’atto.

Tra gli argomenti oggetto della convocazione anche la mozione a sostegno del ddl Zan, presentata dal gruppo di minoranza e cinque atti di indirizzo: proposta di scioglimento di Marsala Schola; riqualificazione degli immobili comunali Lombardo Radice e Cosentino; interventi a sostegno del settore agricolo e vitivinicolo; elenco dei beni di interesse storico-culturale; intervento di natura assistenziale a favore di soggetti privi di ammortizzatori sociali mediante progetti di pubblica utilità. Ma è presumibile che gran parte della seduta sarà dedicata al voto sui numerosi debiti fuori bilancio.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta