A San Pietro “La Vita… uno spettacolo”, al via il 25 luglio con “Mater-Matri” lotta alla disabilità di Bonagiuso

redazione

A San Pietro “La Vita… uno spettacolo”, al via il 25 luglio con “Mater-Matri” lotta alla disabilità di Bonagiuso

Condividi su:

mercoledì 21 Luglio 2021 - 09:00

La Vita…uno spettacolo”, è la rassegna teatrale organizzata dalla Compagnia Sipario diretta da Vito Scarpitta e Enza Giacalone. Una serie di spettacoli che si terranno al Complesso San Pietro dal 25 luglio al 12 settembre.

Il primo è “Mater-Matri” scritto e diretto da Giacomo Bonagiuso che ha come finalità quella di sensibilizzare la pubblica opinione sulle criticità che sono connesse in tema di diritti e servizi dei diversamente abili. Un’opera che nasce dal progetto “Madres” dell’associazione “Abilmente Uniti” nato a Mazara, un laboratorio di scrittura e di recitazione permanente, in cui un gruppo di alcune donne-madri condividono e raccontano la propria vita, le proprie emozioni, il proprio vissuto, alla luce di una maternità che si è rivelata fragile ma intensa, abitata dalle disabilità gravi e gravissime dei propri figli e da una vita di lotte per l’ottenimento e il riconoscimento di stati di diritto. La cosiddetta normalità di chi vive a contatto con i portatori di un handicap serio. A portare in scena storie di quotidiana passione, amore, sconforto, sorriso, energia, consapevolezza, stanchezza, disperazione, speranza, lotta, sacrificio e vita, non sono attrici ma donne che vogliono raccontare e raccontarsi, donne che hanno figli che non sono problemi, ma semplicemente figli.

“Per questo abbiamo deciso di metterci in gioco e di invitare chiunque se la senta, a farlo – afferma Bonagiuso assieme alle sue “Matri” -. Non basta la commozione a dare ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze una vita migliore, non basta la commiserazione: serve la consapevolezza di una intera società”. Gli incassi dello spettacolo – che verrà portato in scena a Marsala il 25 luglio, a Mazara il 23 al Collegio dei Gesuiti, a Salemi il 7 agosto, alle Cave di Cosa il 12 agosto e il 25 a Triscina – servono a sostenere il progetto “La Città Diamante” di una vera e propria città dove la diversità regna sovrana, dove si riesce realmente ad essere se stessi perché ci si cura di ciascuno secondo il bisogno che gli è proprio, e senza solitudini. Una città dove finalmente un genitore trascorre serenamente il tempo del “durante noi”, sapendo che il proprio familiare trascorrerà un “dopo di noi” dignitoso, amorevole e sicuro.

Gli altri spettacoli della rassegna sono: “Chi mi manca sei tu”, omaggio a Rino Gaetano con Marco Morandi il 1° agosto, lo show dei comici “4 Gusti” l’11 agosto, “L’uomo che amava le donne” con Corrado Tedeschi il 3 settembre, mentre Dalila Pace e Vito Scarpitta in “Adamo ed Eva, peccato sia originale” il 12 agosto. Spettacoli con inizio ore 21.30, biglietti 12 euro; Tedeschi 15 euro presso Viaggi dello Stagnone in via dei Mille. 

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta