Focolaio Covid a Castelvetrano, il sindaco Alfano chiude Keidea

redazione

Focolaio Covid a Castelvetrano, il sindaco Alfano chiude Keidea

Condividi su:

venerdì 16 Ottobre 2020 - 17:47
Focolaio Covid a Castelvetrano, il sindaco Alfano chiude Keidea

“Particolarmente preoccupato per l’aumento dei pazienti Covid. Ufficialmente sono 43, con due pazienti ricoverati fuori provincia, ma dalle informazioni in mio possesso il numero è destinato ad aumentare”. Con queste parole, il sindaco Enzo Alfano ha illustrato con una diretta facebook la situazione dei contagi a Castelvetrano. L’ultimo report dell’Asp, infatti, ha fatto emergere un’impennata di positivi, passati da 30 a 45 nel giro di 24 ore. Il focolaio individuato è presso una nota attività commerciale, Keidea, di cui Alfano ha disposto la chiusura. “Potrà riaprire – ha sottolineato Alfano – solo quando tutti i dipendenti risulteranno negativi. E’ il momento più difficile, da quando siamo a conoscenza di questo virus”. Il primo cittadino castelvetranese ha inoltre invitato all’utilizzo della mascherina e di anticipare le visite ai defunti, tradizionalmente concentrate l’1 e il 2 novembre per le festività di Tutti Santi e dei Morti.

Nel corso della giornata è giunta anche una nota da parte della direzione di Keidea: “Visti gli ultimi accadimenti desideriamo fare chiarezza circa gli eventi che stanno interessando il nostro punto vendita. Ad oggi risultano 10 su 65 dipendenti, i casi positivi fra il personale di Keidea, per fortuna sono tutti asintomatici e godono di buona salute. La nostra priorità è da sempre tutelare la salute dei nostri dipendenti, clienti e concittadini, per tale motivo fin dai primi casi positivi al covid abbiamo attivato immediatamente tutte le procedure necessarie per evitare ogni possibile diffusione del contagio, ponendo le persone interessate in quarantena e sanificando i locali. Attenendoci alle disposizioni del Comune e collaborando pienamente con le autorità sanitarie e locali affronteremo con serenità ed efficacia questo tipo di evenienza. Pertanto rimarremo chiusi fino a quando non sarà possibile riaprire in totale sicurezza”

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta