Scomparsa Denise: ancora troppi misteri sul rapimento: il ricordo della piccola mazarese a 16 anni dal sequestro

Tiziana Sferruggia

Scomparsa Denise: ancora troppi misteri sul rapimento: il ricordo della piccola mazarese a 16 anni dal sequestro

Condividi su:

martedì 01 Settembre 2020 - 08:36

Tanti, troppi misteri, ancora aleggiano sull’amara vicenda Denise Pipitone. Quel Mercoledì 1 Settembre 2004 se lo ricordano tutti a Mazara. Sedici anni fa, in via Domenico La Bruna, nel cuore del quartiere Macello, poco prima di Mezzogiorno, sparisce nel nulla la piccola Denise, 4 anni non ancora compiuti. Quel giorno, vicino la casa dove abitava la nonna materna, c’è il mercato rionale. C’è confusione, traffico, voci di abbanniaturi fendono l’aria dorata di quel Settembre appena iniziato. Tutto è tranquillo. La piccola Denise gioca sul marciapiede di casa. Si allontana di qualche metro per rincorrere un cuginetto, svolta l’angolo, il tempo di fare capolino con una smorfia birichina sul bel visetto e torna subito verso casa. Una zia ha raccontato di averla vista proprio in quel momento, intorno alle 11,45 e poi più nulla, vuoto, silenzio, baratro. La nonna ha appena messo a tavola il pranzo, inizia a chiamarla ma niente, nessuna risposta. Di Denise nessuna traccia. Scattano le ricerche e vengono seguite varie piste. Inizialmente la più accreditata è quella del sequestro per vendetta nei confronti di Piera Maggio, la madre della piccola Denise. E’ proprio la stessa Piera a svelare un segreto agli investigatori per metterli “sulla pista giusta”. Denise non è figlia del marito Tony Pipitone ma di Pietro Pulizzi, marito di Anna Corona e padre di Jessica. Piera dice di aver subìto insulti ed intimidazioni da parte delle due donne gelose. I sospetti si concentrano sul “movente vendetta” ma Anna Corona però ha un alibi di ferro: quel giorno e a quell’ora, lavora in albergo e testimoni lo confermano. Meno cristallino è l’alibi di Jessica Pulizzi di appena 17 anni. Nebulose sugli spostamenti e dichiarazioni contraddittorie anche dell’ex fidanzato, il tunisino Kaspar Kaled. Qualche mese dopo, il 18 Ottobre, una guardia giurata, a Milano, registra delle inquietanti immagini che aprono uno spiraglio sul ritrovamento di Denise. Colpito dalla straordinaria somiglianza di una bambina in compagnia di alcuni rom con la piccola scomparsa a Mazara, la riprende con il suo telefonino. Piera è quasi certa che si tratti della figlia e scattano le ricerche in tutti campi rom ma della piccola Denise, ancora una volta, nessuna traccia. Sulla scomparsa di Denise, le indagini vertono comunque sul coinvolgimento della sorellastra Jessica. Potrebbe averla rapita e poi ceduta a qualcun altro, rom in primis, appunto. Jessica Pulizzi finisce a processo ed è però assolta sia in primo che in secondo grado.

Il 27 giugno 2014, il Tribunale di Marsala assolve Jessica Pulizzi dall’accusa di concorso nel sequestro della piccola Denise Pipitone, per mancanza di prove e per non aver commesso il fatto. La Corte d’Appello di Palermo, il 12 ottobre 2015, conferma l’assoluzione. Il 19 aprile del 2017, in Cassazione, Jessica Pulizzi viene definitivamente assolta dall’accusa di aver rapito la sorellastra. L’accusa aveva chiesto per Jessica 15 anni per sequestro di persona. Sulla vicenda però c’è ancora chi non si rassegna nonostante la “verità processuale”. A distanza di 16 anni, Piera Maggio e Pietro Pulizzi, cercano ancora la loro piccola Denise. I loro accorati appelli sui social non hanno mai trovato tregua. Secondo la mamma, intervenuta lo scorso Giugno in diretta durante la trasmissione “Chi l’ ha visto” in onda su Rai3, “Denise non è sparita nel nulla, è stata sequestrata sotto casa mia e non è stato un rom qualsiasi. Chi l’ha presa sapeva molto bene quello che faceva”. Piera Maggio ha anche affermato che Denise è viva. L’avvocato Giacomo Frazzita, legale di Piera, ha sottolineato che non tutto è stato chiarito nonostante i 13 anni di processi. E’, a questo punto, un “caso di coscienza” : a 16 anni dalla scomparsa/rapimento della piccola Denise, sono cambiate tante cose. Il mondo è diverso dal 2004, tuttavia le coscienze di chi ha un segreto dentro non sono cambiate. Il tempo scorre ma l’indifferenza rimane tragicamente indenne dal trascorrere degli anni.Nata nell’Ottobre del 2000, fra qualche settimana, Denise Pipitone compie 20 anni.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta