Non verrà assegnato il Pallone d’Oro 2020: non ci sono le condizioni di equità

redazione

Non verrà assegnato il Pallone d’Oro 2020: non ci sono le condizioni di equità

Condividi su:

mercoledì 29 Luglio 2020 - 09:39
Non verrà assegnato il Pallone d’Oro 2020: non ci sono le condizioni di equità

Quest’anno il Pallone d’Oro non verrà assegnato. L’annuncio è arrivato direttamente da France Football, il magazine francese che ha istituito il premio nel 1956: “È un anno così strano che non possiamo considerarlo normale. Circostanze eccezionali, decisione eccezionali. Non ci sono le sufficienti condizioni di equità. Abbiamo iniziato a parlare di questa ipotesi almeno due mesi fa. Non è una decisione che abbiamo preso alla leggera“.

Il caporeddatore Pascal Ferré ha dichiarato: “La stagione è iniziata con determinate regole e si è conclusa con altre. A gennaio e febbraio il calcio è stato giocato di fronte agli spalti pieni. Da maggio a giugno, in stadi vuoti. Poi è arrivata la regola che ha aumentato i cambi da tre a cinque. Poi altri cambiamenti sono avvenuti in termini di competizioni, in particolare il format ‘Final Eight’ per la Champions League, che era iniziata con partite in casa e in trasferta“. Ed è proprio per questi motivi che il magazine avrebbe deciso di non assegnare questo prestigioso trofeo. Non ci sono le condizioni per fare una valutazione equa dei giocatori. In più, non ci saranno né gli Europei né la Coppia America e i calciatori non avranno la possibilità di esprimersi al meglio senza le competizioni standard, che in genere sono il fulcro del Pallo d’oro.

Nel 2021, invece, non dovrebbero esserci problemi. “Sarebbe meno un problema in termini di correttezza. Se nel 2021 tutte le partite siano giocate a porte chiuse e con cinque cambi ci adatteremo, perché sarà comunque una situazione di equità“, ha concluso Ferrè.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta