Consiglio comunale di Marsala, sarà l’aula ad eleggere il garante per la disabilità. Bocciata la proposta del PD

redazione

Consiglio comunale di Marsala, sarà l’aula ad eleggere il garante per la disabilità. Bocciata la proposta del PD

Condividi su:

giovedì 25 Giugno 2020 - 18:39
Consiglio comunale di Marsala, sarà l’aula ad eleggere il garante per la disabilità. Bocciata la proposta del PD

Iniziato con la tradizionale ora di ritardo il Consiglio comunale di Marsala. ancora in modalità mista con la presenza in Aula di alcuni consiglieri, mentre la maggioranza è collegata online.

Al via con le comunicazioni: Angelo Di Girolamo affronta il problema delle dimensioni delle spiagge in comodato alle ditte: “I titolari stanno ampliando le concessioni e le spiagge private sono quasi scomparse. Sottolineo che il parcheggio comunale di via Giulio Anca Omodei è sporco e pieno di cartacce”

Della cattiva pulizia dell’area della Salinella ha parlato il vice presidente Arturo Galfano. “Nella maggioranza dopo un fuggi fuggi generale il sindaco sta cambiando atteggiamento per l’imminente campagna elettorale”.

Il presidente Sturiano chiede all’assessore Clara Ruggieri perchè dopo 4 anni l’ascensore per i disabili presso gli uffici del settore Servizi Sociali non funziona.

Per Pino Milazzo ci sono problemi di raccolta della frazione Rsu nelle stradine della zona dei Lidi.

Per Michele Gandolfo l’amministrazione è stata totalmente inefficiente. “La città è sporca ancora aspettiamo le isole ecologiche mobile mentre quella del Signorino chiude alle ore 19. In caso di disservizi gli uffici non rispondono ai cittadini”.

Per Linda Licari in tanti comuni si stanno attrezzando per promuovere iniziative contro il razzismo. “Chiedo all’amministrazione di Marsala di aderire a queste iniziative”.

In tanti hanno sollecitato l’assessore Ruggieri sui buoni da distribuire e i soldi della Regione. La rappresentante della Giunta ha detto che nei prossimi giorni sarà emanato il relativo bando.

Si passa poi alla trattazione relativa agli emendamenti relativi al regolamento sulla figura del garante.

Illustra la questione la consigliera Letizia Arcara. Il primo emendamento riguarda l’elezione del garante che il Pd propone sia nominato dal sindaco e non eletto dal Consiglio comunale.

Ad illustrare l’emendamento del Pd è la capogruppo Federica Meo.

Gli altri emendamenti vengono illustrati dai proponenti. Flavio Coppola, Giovanni Sinacori, Arturo Galfano. Si passa alla votazione tenendo conto di eventuali sub emendamenti. Bocciato quello del Pd che prevedeva la modalità di nomina del garante per la disabilità da parte del sindaco. Sarà quindi eletto, a maggioranza assoluta, dal Consiglio comunale. la termine della trattazione degli emendamenti il regolamento è stato approvato all’unanimità.

Si ritornerà in aula il prossimo 2 luglio.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta