Poggioreale: le condizioni di Cangelosi a 4 mesi dallo scontro sulla A1. Parla il vicesindaco Blanda

Tiziana Sferruggia

Poggioreale: le condizioni di Cangelosi a 4 mesi dallo scontro sulla A1. Parla il vicesindaco Blanda

Condividi su:

martedì 03 Marzo 2020 - 06:45

E’ sopravvissuto miracolosamente ad un drammatico incidente lo scorso 29 novembre e ancora non ha ripreso la vita “normale”. Questa la triste realtà per Girolamo Cangelosi, 50 anni, sindaco di Poggioreale, rimasto coinvolto in un pauroso incidente sulla A1 mentre percorreva a bordo di una Renault Clio il tratto autostradale compreso fra Colleferro ed Anagni. Nello scontro con un’auto di grossa cilindrata, Cangelosi aveva riportato ferite gravissime tali da dover essere trasportato d’urgenza con l’elisoccorso all’ospedale Umberto I di Roma. Mimmo Cangelosi venne sottoposto ad un delicato intervento chirurgico proprio per il grave trauma cranico causatogli dall’incidente. Il sindaco si era recato a Roma per partecipare alla manifestazione di protesta alla quale avevano aderito altri primi cittadini di tutta Italia per salvaguardare i piccoli centri urbani, (quelli per intenderci con meno di 5 mila abitanti) dalla chiusura degli Uffici Postali così come previsto da Poste Italiane. Cangelosi stava per raggiungere Napoli dove si sarebbe imbarcato sul traghetto per raggiungere nuovamente la Sicilia. Infatti avrebbe dovuto raggiungere il porto di Palermo l’indomani mattina. Intorno alle 16.30 però il fatidico incidente e la prognosi sulla vita riservata.

A quattro mesi di distanza dall’ angosciante incidente, abbiamo contattato il vicesindaco della cittadina, Francesco Blanda, per informarci sulle attuali condizioni di salute di Mimmo Cangelosi.

Vicesindaco Blanda, come sta il sindaco Cangelosi?

Non è ancora tornato a Poggioreale. Sta ancora facendo riabilitazione.

Si trova ancora a Roma all’Umberto I dove era stato ricoverato subito dopo l’incidente?

Sì, si trova ancora a Roma ma non all’Umberto I. Non ci sono novità, comunque. Si trova in un Centro specializzato per la riabilitazione. La famiglia mantiene lo stretto riserbo sulle sue condizioni. Non mi sbilancio a fare nessuna dichiarazione.

Tornerà a lavorare a Poggioreale?

Mi auguro di sì. Ribadisco che non abbiamo novità tali da essere messe a conoscenza dei media.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta