In fiamme il furgone di un ambulante: il rogo potrebbe essere doloso

Chiara Putaggio

In fiamme il furgone di un ambulante: il rogo potrebbe essere doloso

Condividi su:

Thursday 31 July 2014 - 18:19

L’incendio è avvenuto nella notte in contrada Cuore di Gesù. Indagano i carabinieri

Ennesimo incendio poco chiaro nel Marsalese. Stavolta è accaduto in contrada Cuore di Gesù. A bruciare è stato un autocarro Fiat Iveco Daily che era posteggiato sotto casa del suo possessore. Per l’esattezza il mezzo appartiene ad una donna, ma viene usato da un venditore ambulante di prodotti ortofrutticoli del quale non sono state fornite le generalità, ma che  ha 56 anni. Si tratta di un volto noto alle forze dell’ordine, con piccoli precedenti di polizia. L’incendio è divampato intorno alle 3 del mattino e, per spegnere le fiamme sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di corso Calatafimi e precisamente gli uomini del turno “D”. Sul posto, per i rilievi di rito, sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Petrosino. Secondo una prima disamina del mezzo in questione e della propagazione della fiamme, con ogni probabilità si è trattato di un incendio doloso. Tuttavia sul posto non sono stati trovati contenitori con dentro tracce di liquido infiammabile, né accendini. Quanto ai presunti responsabili, sono tuttora in corso le indagini a cura dei carabinieri diretti dal comandante Carmine Gebiola. Poche ore prima dell’incendio di contrada Cuore Di Gesù, intorno alle  21 di mercoledì sera, al distaccamento marsalese dei pompieri è giunta un’altra segnalazione. A bruciare, in contrada Ponte Fiumarella, era un cumulo di cavi di rame. Con ogni probabilità si tratta del bottino di ladri di rame che, per liberare l’oro rosso dalle guaine plastiche, solitamente, incendiano i mucchi di cavi. Dunque non si esclude che anche questo evento possa aveva a che fare con un comportamento illecito. Facendo una disamina di quanto accaduto nelle ultime settimane,  sono numerosi gli incidenti divampati e in molti casi non è stata accertata la causa del rogo. Nel mese di luglio è finita bruciata una BMW “X 5”, che era parcheggiata sotto una abitazione della periferia nord del Marsalese, in contrada Fontanelle. L’automobile appartiene ad un operaio di nazionalità rumena. Pochi giorni dopo, verso le 8 del mattino, per via di un corto circuito, si è bruciata una Autobianchi “Y 10” in un cortile di via Grazia Vecchia.  Successivamente è finito in fiamme un camion che era posteggiato presso una proprietà privata in contrada Rakalia, che appartiene ad un autotrasportatore, poi è stata la volta dell’auto di un avvocato (ma pare che l’incendio sia accidentale). Infine lo scorso fine settimana è finito in fiamme un furgone ad Amabilina e, la notte dopo, una casa in via Vita.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta