Marsala: un serbatoio d’acqua si stacca dal tetto e finisce in strada

redazione

Marsala: un serbatoio d’acqua si stacca dal tetto e finisce in strada

Condividi su:

Tuesday 22 November 2022 - 13:14

Un serbatoio per l’acqua, intorno alle 11.30 di questa mattina, si è staccato dal tetto di un palazzo finendo in strada. La causa sono le forti raffiche di vento. La tanica, vuota, è volata violentemente a Porta Mazara, vicino la Piramide degli scavi.

Per fortuna non è finita su nessun mezzo in transito e su nessun pedone, miracolosamente, considerato che la Piazza è sempre piena di vetture e di persone. Anche perchè, qualcuno si sarebbe fatto molto, molto male. “Il botto che si è sentito con la caduta è stato molto forte – affermano alcuni testimoni -. Abbiamo temuto il peggio”.

Negozianti e residenti hanno chiamato i Vigili urbani ma non sono competenti per materia, secondo quanto riferito.

La tanica è ancora sul posto e si aspetta qualcuno per poterla rimuovere, prima che rotoli da qualche altra parte.

Molto più preoccupante la situazione nel versante nord: lungo la Riserva dello Stagnone l’acqua marina – che si era abbassata per mesi a causa del marrobbio – è finita in strada coprendo tutta la pista ciclopedonale e la carreggiata. I Vigili urbani sono intervenuti cercando di dire alle persone alla guida, di prestare attenzione; soprattutto nella zona di Mammacaura. La speranza è che ciò non abbia compromesso ancora di più l’erosione costiera nello slargo prima della curva a gomito.

Il direttore del Parco Archeologico di Lilibeo, Bernardo Agrò, infine, con proprio provvedimento, ha disposto la temporanea chiusura del Viale Piave ovvero della strada che congiunge Piazza della Vittoria con la Società Canottieri. La chiusura è dovuta ai danni provocati dal maltempo. La viabiltà è stata temporaneamente inibita alla circolazione a salvaguardia della pubblica incolumità. L’area è attraversata da una strada sterrata che si è riempita di pioggia e da molti alberi che con il forte vento ha perduto diversi rami.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Commenta