Marsala Coraggiosa sul caso “Sirtori”: “Condanniamo le esternazioni del sindaco Grillo”

redazione

Marsala Coraggiosa sul caso “Sirtori”: “Condanniamo le esternazioni del sindaco Grillo”

Condividi su:

venerdì 16 Aprile 2021 - 18:28
Marsala Coraggiosa sul caso “Sirtori”: “Condanniamo le esternazioni del sindaco Grillo”

Il movimento Marsala Coraggiosa, ha inviato una nota politica in merito alle dichiarazioni del sindaco di Marsala, Massimo Grillo, sui numeri dei contagi dell’Istituto Comprensivo “Sirtori” annunciati in un video diffuso sui social. Queste le loro parole:

“Nella mattinata dello scorso 14 aprile, il sindaco ha deciso di comunicare alla cittadinanza che nell’istituto sopracitato vi fosse la presenza di 100 casi di positività, tra alunni, docenti, personale scolastico e familiari (omettendo tuttavia di dire che questa situazione era cumulativa dal 12 marzo), usando toni accusatori nei confronti della scuola e anche dell’ASP di Trapani, generando panico nei cittadini e sfiducia sia nelle istituzioni scolastiche che nelle istituzioni sanitarie. È sotto gli occhi di tutti che la situazione odierna dei contagi sia dovuta principalmente all’inosservanza delle restrizioni, ad una cattiva gestione delle informazioni ai cittadini, alla mancata sensibilizzazione verso il rispetto delle regole. 

Sono mancate, da parte degli amministratori locali, adeguate disposizioni restrittive generali che bloccassero la diffusione del virus. Abbiamo assistito a richieste di ZONA ROSSA che hanno colpito solo alcune categorie di esercenti, e che invece ha consentito di lasciare molte altre attività e le scuole aperte, fino alla prima media. 

Oltre a condannare sicuramente i gesti irresponsabili di cittadini che hanno messo a rischio molte attività del marsalese, facendo pagare la pena a tanti cittadini onesti che hanno fino ad oggi osservato scrupolosamente le disposizioni per arginare la diffusione della COVID-19, ci sentiamo in dovere di condannare fermamente le modalità adottate dal sindaco Grillo, che rilascia continui comunicati in formato video, generando confusione tra i cittadini. Un buon primo cittadino dovrebbe alimentare fiducia nelle istituzioni ed esempi concreti, come da lui stesso ribadito tra l’altro. 

Le insinuazioni perpetrate dal sindaco hanno generato nei cittadini panico e incertezza persino nel mandare i figli a scuola, scuola in cui dirigenti, docenti e personale ATA si sforzano continuamente di far osservare sempre attentamente tutte le disposizioni per limitare il contagio.

Leggiamo nelle dichiarazioni del sindaco la volontà di cercare un capro espiatorio all’aumento dei casi di contagio, non importa chi sia: scuola, ASP, chiunque fuorché egli stesso e l’amministrazione comunale, per dare ai commercianti e a tutte le persone stanche di questa situazione un nemico da attaccare; per cercare di mascherare tutti i fallimenti della sua amministrazione in tema pandemia (la passerella all’ospedale San Biagio, la passerella al padiglione del Paolo Borsellino di cui non si sa niente, l’ospedale Covid che prima delle elezioni era a Mazara e appena finite è tornato a Marsala, l’incapacità di prendere azioni mirate per contrastare il virus, ecc.). 

Con questa nota esprimiamo la nostra più profonda vicinanza a tutti gli operatori del mondo della scuola: Dirigenti scolastici, docenti, personale ATA, genitori; agli studenti, dai più piccoli agli adolescenti in particolare, che hanno visto passare un altro anno isolati e lontani dalla vita reale fatta di incontri, passeggiate all’aria aperta, condivisione di esperienze vissute, perché, per quanto la DAD o DID abbia raggiunto ottimi livelli, non potrà mai sostituire la classe vera in presenza“.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta