Cobas e sindacati con i lavoratori regionali in piazza contro Musumeci

redazione

Cobas e sindacati con i lavoratori regionali in piazza contro Musumeci

Condividi su:

martedì 20 Ottobre 2020 - 10:50
Cobas e sindacati con i lavoratori regionali in piazza contro Musumeci

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir e Sadirs, proclamano lo stato di agitazione del personale regionale e scenderanno in piazza per dire basta agli attacchi scomposti e infamanti del presidente della Regione Nello Musumeci contro il pubblico impiego regionale.

Tutti i dirigenti sindacali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir e Sadirs scenderanno in piazza lunedì 26 ottobre, a Palermo, per un sit-in di protesta davanti Palazzo d’Orleans. L’appuntamento di piazza Indipendenza è stato fissato alle ore 15 e sarà effettuato in nome di tutti i dipendenti regionali (nel rispetto delle normative anti-Covid che vietano gli assembramenti).

Nel corso della manifestazione di protesta si terrà un incontro con la Stampa presente per dimostrare le falsità di Musumeci e le ulteriori azioni di lotta, nonché ulteriori forme di protesta negli uffici regionali, qualora il presidente continui nel suo percorso di ostacolo alla modernizzazione della macchina amministrativa.

Durante il sit-in, quindi, si darà anche il via a una raccolta firme con l’obiettivo di impegnare il Governo Musumeci a portare finalmente a termine la riclassificazione del personale regionale, di cui l’esecutivo regionale- ha di fatto – bloccato i lavori della Commissione paritetica istituita all’Aran non modificando le direttive nella direzione richiesta dai sindacati di utilizzarele dovute risorse finanziarie, compresi anche i residui dei fondi stanziati per il rinnovo del contratto collettivo di lavoro 2016-2018.

La manifestazione di protesta è aperta anche a tutti i lavoratori sindacalizzati e non che volessero manifestare il proprio disgusto contro le dichiarazioni lesive di Musumeci.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta