Aggiudicato l’appalto che cambierà il volto al quartiere di Amabilina

Gaspare De Blasi

Aggiudicato l’appalto che cambierà il volto al quartiere di Amabilina

Condividi su:

venerdì 14 Febbraio 2020 - 17:40
Aggiudicato l’appalto che cambierà il volto al quartiere di Amabilina

Si è svolta presso il Monumento ai Mille la conferenza stampa di presentazione del progetto denominato Social Housing Amabilina.

“Si tratta di un’iniziativa rivolta alla riqualificazione edilizia di un’area della contrada marsalese attraverso la realizzazione di alloggi sociali e l’incremento di azioni e servizi volti al miglioramento della qualità della vita e ad un maggior sviluppo sociale”. E’ quanto ha affermato il sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo aprendo i lavori della riunione. Presente la squadra di Giunta al completo e qualche Consigliere comunale. Il progetto, frutto di un protocollo d’Intesa tra Amministrazione comunale di Marsala e lo IACP di Trapani per l’occasione rappresentata dal direttore generale Pietro Savona , mira a promuovere interventi di potenziamento del patrimonio pubblico esistente e di recupero di alloggi di proprietà pubblica dei Comuni ed ex IACP per incrementare la disponibilità di alloggi sociali e servizi abitativi per categorie fragili per ragioni economiche e sociali. Presenti, oltre alla stampa locale, i rappresentanti di alcune associazioni del territorio.

La dirigente IACP Nunziata Gabriele insieme al dirigente comunale del settore lavori pubblici Luigi Palmeri, ed ai tecnici IACP Marco Imprima e Piero Passalacqua, ha illustrato le caratteristiche del progetto, i cui lavori già appaltati in via provvisoria al Consorzio Fenix Stabile con sede a Bologna, per un importo complessivo di circa un milione e cinquecento mila euro, dovranno essere completati entro 18 mesi dall’avvio delle procedure definitive di aggiudicazione.

Da un immobile prima adibito ad istituto scolastico che ha ospitato la scuola media di Amabilina per diversi anni e poi alcuni uffici comunali, verranno ricavati 25 alloggi sociali di diversa cubatura, destinati a specifiche categorie di utenti.

La riqualificazione del quartiere si completerà inoltre con la creazione di aree verdi e spazi socio-educativi, ricreativi, sportivi e culturali, finalizzati a potenziare l’area e a fornire qualità all’intera zona. Saranno presenti due tipologie di servizi: servizi locali e urbani, con la realizzazione di un poliambulatorio ed un centro analisi frutto di una convenzione con l’Asp di Trapani e alcuni servizi integrativi fra cui: una biblioteca, una cucina e zona living condivisa e una sala brico. Inoltre verranno potenziate strade e realizzate aree verdi attrezzate con giochi per bambini e panchine. Verranno predisposti orti comuni, che gli utenti potranno curare coltivando erbe aromatiche o piccole piantagioni.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta