Rubano in una farmacia, arrestati due cittadini del Gambia

Gaspare De Blasi

Rubano in una farmacia, arrestati due cittadini del Gambia

Condividi su:

lunedì 18 Febbraio 2019 - 09:50
Rubano in una farmacia, arrestati due cittadini del Gambia

Venerdì 15 febbraio alle ore 14:00 circa veniva segnalato  un furto presso la farmacia sita nella via Vittorio Emanuele. Giunti sul posto in pochi minuti, visionati i filmati delle telecamere istallate presso l’esercizio, i militari della Sezione Radiomobile si mettevano alla ricerca dei due giovani stranieri. Poco dopo venivano individuati in piazza Amendola, ed identificati in KANTEH Alex, 18enne con precedenti di polizia, e GOMEZ Tambong, 19enne incensurato, entrambi provenienti dal Gambia, disoccupati e senza fissa dimora.

GOMEZ TOMBONG

GOMEZ TOMBONG

I predetti avevano rubato tre profumi del valore di €123 circa, che sono stati riconsegnati all’avente diritto. Il KANTEH veniva trovato in possesso di un paio di forbici di 8 cm., sottoposte a sequestro. Dopo le formalità di rito e su disposizione dell’autorità giudiziaria il KANTEH veniva tradotto presso il carcere di Trapani, mentre il GOMEZ veniva trattenuto presso le camere di sicurezza Comando, in attesa di giudizio direttissimo celebrato nella mattinata di sabato e a conclusione del quale è stata loro applicata la misura dell’obbligo di firma.

KANTEH ALEX

KANTEH ALEX

Sabato 16 febbraio, nella tarda serata è stato svolto un controllo coordinato da parte dei militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile, di personale del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Palermo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani presso una pizzeria di Castelvetrano. In occasione della verifica il personale del N.A.S., per la parte di competenza, rilevava illeciti amministrativi quali il mancato aggiornamento della SCIA sanitaria per aver ampliato l’area di deposito dell’attività nonché carenze in materia d’igiene del locale preparazione e non corretta attuazione del piano autocontrollo; il personale del N.I.L. rilevava violazioni in materia di tutela della salute dei lavoratori mentre il personale del dipendente N.O.R.M. documentava l’occupazione abusiva di marciapiede, ove risultava installato un gazebo non autorizzato.

Condividi su: