Gioia Sigel Marsala, al PalaBellina s’impone alla Megabox

redazione

Gioia Sigel Marsala, al PalaBellina s’impone alla Megabox

Condividi su:

domenica 11 Aprile 2021 - 10:52
Gioia Sigel Marsala, al PalaBellina s’impone alla Megabox

Nuovo acuto casalingo della Sigel Marsala che continua la personalissima striscia utile dall’impianto del “Fortunato Bellina” e si appropria di una vittoria da tre punti dal valore incommensurabile. Nella terzultima giornata di Pool Promozione Marsala fa soccombere con punteggio mediano quella Megabox Vallefoglia, attualmente terza in graduatoria, già affrontata in gara secca in campo avverso in Coppa Italia. In questo confronto di campionato il risultato finale ha premiato il sestetto allenato da Daris Amadio uscito vittorioso in quattro set totali. Così la progressione set: [25/21; 25/21; 29/31; 25/23].

Con questo successo si inanella ancora un’altra perla per una tradizione casalinga che finora in questa post-season non ha mai tradito le azzurre di casa. Dando uno sguardo al tabellino, si potrebbe asserire come tutte le attaccanti lilybetane, in occasione di questo match, siano state tirate a lucido. A questo proposito, costante la presenza per tutta la gara di Lauryn Gillis e Giorgia Mazzon che hanno terminato in doppia cifra l’incontro, dall’alto rispettivamente dei 15 e 22 palloni messi a terra. Prossimo impegno per la giovane truppa di Amadio giovedì 15 aprile al PalaCesari di Cutrofiano (Le) per il recupero dell’ultima di andata di Pool.

Starting-six_ Nella formazione ospite le assenze dell’ex Bertaiola e dell’opposto Dapic costringe Bonafede a scelte obbligate così come avvenuto mercoledì a Sassuolo. Formazione presto fatta: Balboni e Costagli a comporre la diagonale palleggiatore/opposto; schiacciatrici Bacchi e Pamio; centri Kramer e Colzi, libero Giulia Bresciani.

La Sigel viene schierata dal proprio tecnico con il 6+1 “tipo”, con le seguenti diagonali: Demichelis/Mazzon; Pistolesi/Gillis; Parini/Caruso; libero Simona Vaccaro.

La Cronaca_ A servire il gioco comincia Marsala col turno di Colombano. Nel primo atto il punto iniziale è di Colzi per Vallefoglia con un primo tempo. La controreplica è di capitan Demichelis, autrice del punto dell’1-1. Marsala scappa sul 5-1, nel frattempo Demichelis per più scambi a servire il gioco, con gli stampi di Mazzon, Gillis e due sbavature pesaresi. Time-out della panchina di Vallefoglia. Al ritorno in campo il punto a muro di Costagli per il 5-2. Marsala risponde con il punto in parallela di Pistolesi: 6-2. Poi si palesa Vallefoglia con un break di cinque punti a uno (timbro di Caruso per Marsala): 7-7. Ma è Pistolesi a restituire il vantaggio che resta comunque risicato: 8-7. Stafoggia entra al posto di Costagli Ai successivi passaggi è 11-9, 14-11 (altro discrezionale ospite), 16-14 (gran muro di Mazzon). La Megabox è più che altro sulle iniziative di Pamio. La Sigel Marsala si porta sempre a +3 di vantaggio anche quando Durante entrata al servizio su Kramer spedisce la palla in out: 21-18. Poi ci pensano doppio Pistolesi (tra cui un ace), l’errore al servizio di Bacchi e Mazzon per il 25-21 con il quale termina il parziale.

A punto ci va subito la Megabox: 0-1 con Bacchi. L’1-1 è di Mazzon in pipe. Nei primi scambi da evidenziare il gran muro di Parini in un avvio molto equilibrato con Megabox avanti di una sola incollatura: 6-7. In seguito, la squadra ad uscire fuori dai blocchi è quella ospite. Le pesaresi sfondano dal centro con Kramer ma anche con le bande Bacchi e Pamio: 11-15 e time-out chiesto da Daris Amadio. Comincia così il recupero di Marsala con due volte lo stampo di Caruso, il punto fondamentale di Pistolesi e il fallo di formazione delle biancoverdi che fanno andare Marsala sul 17-15. Il ritorno in partita di Vallefoglia si manifesta dopo il punto numero venti con le due squadre che restano a braccetto fino al servizio di Martina Balboni valso il 22-21 e il -1 da Marsala che nel finale fa rispettare un controbreak tra cui l’ace di Colombano in campo appositamente per prendere il posto al servizio di Caruso e con prima firmataria Gillis. Sarà la stessa statunitense a chiudere per 25-21.

Ottimo principio di terzo set per le lilybetane che sono protagoniste di un primo strappo con Mazzon per l’11-8 ( qui si consuma il discrezionale ospite) e poi con Pistolesi per il 16-9. Ai passaggi intermedi il punteggio è 17-10 che si tramuta presto in 18-15. Suona più di un campanellino di allarme tra le fila locali. Intanto, Caserta è della gara al posto di Caruso e Mistretta per Vaccaro C’è il punto di Demichelis di seconda per il 20-19. Situazione che muta presto. Sul vantaggio di Vallefoglia (ace di Balboni, ancora Colzi a muro e Pamio) 20-21, Marsala si serve di un discrezionale. Il finale è incerto, bellissimo, semplicemente una roulette: Vallefoglia è abile ad annullare palle set a ripetizione. Si va ad oltranza: i punti di Soleti del 24-24 e di Pistolesi del 25-24 illudono mentre Pamio con una parallela riporta in parità la sua squadra: 25-25. Nella prosecuzione del punto a punto la Sigel sa arrivare a 29 (ultimo punto firmato da Soleti) e Vallefoglia a 31 ( Colzi e conseguente attacco out della stessa Soleti). Gara che si riapre. In questo set si registrano diversi errori dai nove metri da ambedue le fazioni.

Si riprende con il quarto set con Mistretta che resta in campo. Il muro vincente dello 0-1 è di Colzi. Controreplica di Mazzon per l’1-1. Anche qui avvio contraddistinto da estremo equilibrio: 8-10 e 11-14 con Colzi e Bacchi da una parte e Mazzon e Caruso dall’altra le più realizzative in questa fase. Fatto sta che Marsala spezza il ritmo dell’avversaria anche grazie al discrezionale e compie cinque punti di break con una ispirata Caruso che valgono il controsorpasso: 15-14. La replica non si fa attendere e passa dalle fast della statunitense Kramer: 16-16. Marsala è trascinato dai punti da posto due di Mazzon e da Pistolesi. Vallefoglia e Marsala daranno vita ad un finale assai equilibrato giocato punto a punto, al cui culmine (dopo un ultimo discrezionale della panchina di Marsala del 21-20) Marsala porta a casa l’intera posta con il doppio punto della 2001 Sveva Parini del 24-23 (muro) e del 25-23 (attacco dal centro) su cui Bresciani e difesa non possono nulla.

 A caldo, nel post-partita parola all’head-coach della Sigel Marsala Daris Amadio: “Complimenti a Vallefoglia perchè nonostante le difficoltà di questa trasferta sta facendo un buon campionato e secondo me avevano energie residue per affrontare un eventuale quinto set. Bravissimi noi perchè in ogni pallone abbiamo messo l’attenzione che dovevamo mettere e abbiamo fatto pochi errori in una partita tirata. Ci godiamo questi tre punti all’inizio di una settimana importante dove faremo tre partite in sette giorni che determineranno il ranking finale“.

Tabellino. Sigel Marsala-Megabox Vallefoglia: 3-1 [25/21; 25/21; 29/31; 25/23]

Sigel Marsala: Caruso 13, Demichelis 2, Gillis 15, Parini 10, Mazzon 22, Pistolesi 14; Vaccaro (L), Colombano 1, Mistretta, Soleti 1, Caserta. n.e. Nonnati. Coach: Daris Amadio; vice: Francesco Campisi; Ass. Maurizio Negro

Megabox Vallefoglia: Balboni 5, Pamio 20, Colzi 13, Costagli 8, Bacchi 14, Kramer 15; Bresciani (L), Durante, Stafoggia. n.e. Ricci. Coach: Fabio Bonafede. vice: Giacomo Passeri

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta