Marsala, Aldo Rodriquez propone un atto d’indirizzo sull’equo compenso ai professionisti

Gaspare De Blasi

Marsala, Aldo Rodriquez propone un atto d’indirizzo sull’equo compenso ai professionisti

Condividi su:

mercoledì 05 Settembre 2018 - 16:13
Marsala, Aldo Rodriquez propone un atto d’indirizzo sull’equo compenso ai professionisti

Con una nota indirizzata la presidente del consiglio comunale di Marsala l’esponente del M5S di Sala delle Lapidi Aldo Rodriquez, propone un atto d’indirizzo da inserire all’ordine del giorno dei lavori d’Aula.

“Premesso – scrive l’esponente pentastellato – che la legge del 31 luglio 2018 all’art.1 della Regione Calabria prevede che la presentazione dell’istanza autorizzativa o di istanza ad intervento prevista dalle norme e dai regolamenti regionali, provinciali e comunali debba essere corredata, oltre che da tutti gli elaborati previsti dalla normativa vigente, dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente al fine di tutelare il lavoro dei professionisti e ad attenuare l’evasione fiscale. Considerato che la presentazione di un’istanza autorizzativa deve essere corredata, oltre che da tutti gli elaborati previsti dalla normativa, dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente e soprattutto, per ottenere l’autorizzazione e concessione, occorre presentare un documento che attesti il pagamento delle spettanze da parte del committente, in mancanza di questo documento, l’iter amministrativo non può andare avanti”.

La legge secondo Aldo Rodriquez, ha come oggetto la tutela delle prestazioni professionali rese sulla base di istanze presentate alla pubblica amministrazione per conto dei privati cittadini o delle imprese. Il consigliere propone che l’amministrazione, al momento del rilascio dell’atto autorizzativo o della ricezione di istanze ad intervento diretto, acquisisca la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del professionista o dei professionisti sottoscrittori degli elaborati progettuali, attestante il pagamento delle correlate spettanze da parte del committente.

“La mancata presentazione di tale dichiarazione costituisce motivo ostativo per il completamento dell’iter amministrativo fino all’avvenuta integrazione. La documentazione è richiesta dagli uffici interessati dall’iter attivato. Si invita l’Amministrazione Comunale a porre in essere celermente ogni azione utile e necessaria al fine di potere partecipare all’atto di cui sopra affinché, nel comune di Marsala e nei settori da esso vigilati e/o controllati in materia di acquisizione dei servizi professionali, venga inserimento il principio “dell’equo compenso” in modo tale da renderlo un principio basilare del nostro ordinamento e dare piena diffusione ed attuazione del presente provvedimento”.

Condividi su: