Il Caravaggismo tra passato e presente in mostra nella Chiesa San Pietro di Marsala

redazione

Il Caravaggismo tra passato e presente in mostra nella Chiesa San Pietro di Marsala

Condividi su:

mercoledì 14 Marzo 2018 - 17:05
Il Caravaggismo tra passato e presente in mostra nella Chiesa San Pietro di Marsala

“L’evoluzione del Caravaggismo nell’arte contemporanea” è l’evento presentato questa mattina nella suggestiva location di Palazzo Fici inaugurata da qualche mese. La mostra si terrà dal 17 marzo al 16 maggio 2018 nella chiesa San Pietro a Marsala, partner ufficiale di EdilCarpentiere srl. La mostra, diretta da Andrea Maggio in collaborazione con “Lab_04” e curata da Franco Paliaga, è un’esposizione unica che riunisce 23 capolavori: 13 opere del passato come Francesco Furini, Nicolas Regnier, Bernardo Strozzi, Pietro Novelli; e 10 opere realizzate da artisti contemporanei, come Ugo Levita, Loredana Meo, Rocco Normanno, Michelangelo della Morte e Alex Folla, tutti dotati di specchiata tecnica e grande levatura artistica, amanti delle luci e delle atmosfere caravaggesche.

“E’ un evento che è giunto alla sua terza edizione, ricco di iniziative. Quest’anno abbiamo deciso di diminuire le opere ma di puntare sulla qualità”, ha affermato il direttore artistico Andrea Maggio. Un excursus artistico che mette a paragone l’arte in cui è nato e cresciuto Caravaggio con le opere contemporanee: “La cifra stilistica che si vuol cogliere è questa dialettica continua tra passato e presente, tra la bellezza manieristica tramandata dai grandi maestri seicenteschi e le tecniche di artisti contemporanei proiettati nella continua innovazione”, afferma Maggio. L’evento è promosso e organizzato dell’Associazione culturale “Fiera Franca Ss. Salvatore” in collaborazione con l’Associazione Culturale “Lab_04” e il patrocinio del Ministero dell’Interno FEC, Regione Sicilia, Beni Culturali, Soprintendenza per i Beni Culturali ed Ambientali di Trapani, Città di Marsala, Accademia di Belle Arti “Kandinskij” di Trapani e Club Unesco di Marsala.

Condividi su: