Intervista a Clara Ruggieri: “Tanti progetti sociali per i meno abbienti e novità sul fronte della Cultura”. A fine mese al via la stagione teatrale

redazione

Intervista a Clara Ruggieri: “Tanti progetti sociali per i meno abbienti e novità sul fronte della Cultura”. A fine mese al via la stagione teatrale

Condividi su:

Wednesday 15 November 2017 - 07:30

Le Politiche Sociali del Comune di Marsala danno molte opportunità a chi è meno fortunato. Ciò grazie ad una serie di bandi e investimenti nel settore principalmente da parte dello Stato e della Regione. Sul fronte della Cultura e dello Spettacolo interessanti novità. Abbiamo intervistato l’assessore al ramo Clara Ruggieri che ci ha parlato delle iniziative che il Comune lilybetano sta attuando.

Al momento state avviando 4 bandi ed altri sono in divenire.

La mia intenzione è quella di pubblicizzare il più possibile i nostri progetti ed invitare i cittadini a recarsi al Centro Sociale di Sappusi per presentare le domande. C’è l’assegno civico che riguarda i nuclei familiari e i soggetti in precarie condizioni economiche che, prestando un’attività socialmente utile nel verde pubblico o nella pulizia di locali comunali, potranno ricevere oltre 500 euro per 10 ore nell’arco di due mesi. Le istanze vanno presentate entro il 30 novembre. Stessa scadenza per l’assegno continuativo per persone che non possono lavorare con l’assegno civico perchè ad esempio hanno un’invalidità del 100% o per famiglie monogenitoriali con figli da 0 a 6 anni. Vogliamo tutelare le ragazze madri. In questo caso l’assegno è da 250 a 350 euro per 5 mesi. Mentre il bonus natalizio è rivolto a famiglie con disagio socio-economico che non possono usufruire degli altri contributi precedenti. Questo scade il 17 novembre ed è necessario dichiarare un reddito ISEE pari o inferiore a 3mila euro.

State lavorando in maniera intensa con il Distretto Socio-Sanitario che ricomprende anche Petrosino.

Sì, si è deciso di puntare sul progetto “A braccia aperte” che eroga voucher per l’acquisto di prodotti alimentari e di prima necessità e di ampliarlo. Nonostante sia partito un po’ in ritardo, il servizio di assistenza alla comunicazione invece, attivo nelle scuole elementari e medie comunali, sta attuando un piano educativo grazie ad un’equipe formata da Asp, scuola e Comune rivolto a 75 minori di cui 5 del Comune di Petrosino. Un piano che prevede di seguire i ragazzi anche a domicilio per svolgere i compiti pomeridiani.

Come viene sfruttato lo Spazio Arcobaleno a San Pietro e cosa accadrà al Centro disabili Helios?

Nella ludoteca attiva al Complesso Monumentale alcune giovani mamme si ritrovano con i loro figli per svolgere diverse attività ricreative. Ma all’interno si svolge anche il Programma di Intervento Per la Prevenzione dell’Istituzionalizzazione denominato PIPPI, rivolto a famiglie con diverse problematiche. Un’equipe seguirà genitori e figli in un percorso di prevenzione e sostegno degli stili di accudimento, cura e protezione. Per quanto riguarda il Centro comunale Helios per disabili bisogna fare un nuovo bando ed abbiamo l’intenzione di rinnovarlo perchè è un bel servizio che svolge diverse attività pomeridiane.

Esistono numeri che fanno presumere una seria situazionale sul versante sociale nel territorio?

Se guardiamo ad esempio il SIA, Sostegno di Inclusione Attiva che a breve diventerà REI con il nuovo bando, parliamo di oltre mille domande di partecipazione. Si tratta infatti di uno strumento valido come contrasto alla povertà e che verrà avviato dal 1° gennaio prossimo.

Sul fronte Cultura e Spettacolo cosa accadrà nell’imminente stagione invernale?

La stagione teatrale 2017/2018 partirà tra pochi giorni: a fine mese Moni Ovadia presenterà il cartellone che vedrà 10 spettacoli tra musica e prosa. Il primo evento partirà il 27 novembre prossimo. Stiamo attuando una politica di sconti per studenti, dando la possibilità di far sfruttare il Bonus Cultura a docenti e 18enni.

Ci sono state in passato polemiche con gli artisti marsalesi. Come vanno oggi i rapporti?

Collaboriamo con il Cantiere Culturale Marsalese ma siamo aperti a dialogare con tutti. Si sta pensando di creare un evento sulla storia del teatro lilybetano e stiamo elaborando una determina: teatri gratuiti per chi realizza rassegne o spettacoli, senza avere ulteriori spese a proprio carico.

Domenica scorsa, durante il Premio 91025, Marsala C’è ha lanciato un appello a sostegno del regista Giorgio Magnato, patrimonio culturale della nostra Città e a difesa di tutti gli artisti esclusi o non coinvolti. Lei cosa ne pensa?

Ero presenta al Premio e posso dire che c’è la volontà di sostenere l’arte di Magnato e di dialogare con lui e con tutti i nostri artisti poco valorizzati. Tempo fa volevamo mettere su un evento ad hoc ma poi non ci sono state le condizioni, per diversi motivi. Magnato potrebbe essere una grande risorsa per l’evento che è stato pensato in onore della storia del Teatro marsalese. Veniamoci incontro.

Condividi su: