Al via il Festival del Cinema Italiano di San Vito, carpet a Birgi con Paolo Conticini

redazione

Al via il Festival del Cinema Italiano di San Vito, carpet a Birgi con Paolo Conticini

Condividi su:

martedì 08 Giugno 2021 - 17:10

Ha preso il via il Festival del Cinema Italiano di San Vito Lo Capo, la manifestazione cinematografica sotto la direzione artistica di Paolo Genovese, che celebra e valorizza le produzioni nazionali di lungometraggi e corti di registi affermati e di giovani esordienti.

Nella mattina di lunedì 8 giugno il “carpet” si è svolto all’aeroporto di Birgi dove alle 12 sono arrivati – per il Festival del Cinema Italiano – l’organizzatore Antonio Voltolina, la responsabile della comunicazione Maria Mazzoli, l’attore cinema tv Paolo Conticini e Christian Marazziti, regista, sceneggiatore e produttore, presenti anche i “padroni di casa” il presidente di Airgest, Salvatore Ombra e il direttore generale Michele Bufo.

“Fare l’attore è divertirsi, mi reputo un uomo privilegiato a fare questo mestiere. L’attore mette un pò di sè stesso nei personaggi che ti offrono” ci ha detto Conticini che ricorda anche il suo periodo televisivo con Veronica Pivetti in “Provaci ancora Prof.”.

«In questo momento c’è un bisogno enorme di fare cultura del cinema – ha sottolineato Paolo Genovese -. Non abbiamo insegnamenti di cinema nelle scuole. L’unico modo per far entrare in contatto il pubblico, gli appassionati, con i protagonisti del grande schermo sono i Festival del cinema, dove possono incontrare i registi, gli sceneggiatori, gli attori. Ogni Festival ha la sua anima, una sua caratteristica per far dialogare questi due mondi».

«Per noi è un momento importantissimo – ha commentato il presidente di Airgest, Salvatore Ombra – che è coinciso con i primi mille passeggeri, e che significa la ripartenza dopo tanti mesi di chiusura dell’aeroporto. Questo evento, che sceglie Trapani Birgi come punto di passaggio del cinema italiano, è un’ulteriore medaglietta che attacchiamo al pettaccio, di un territorio che tanto può esprimere e tanto può fare».

Ieri si era tenuta una preview del Festival con la proiezione del film “Per Grazia ricevuta”, un omaggio a Nino Manfredi per il centenario della sua nascita, con una retrospettiva sul personaggio attraverso un dibattito e la proiezione del film, scritto, diretto e interpretato dallo stesso Manfredi.

Nella prima giornata saranno proiettati I predatori di Pietro Castellitto, e Cobra non è, di Mauro Russo, in gara per la sezione lungometraggi.
Tanti gli ospiti attesi fino al 12, serata conclusiva del Festival, al Cine Teatro Comunale trasformato in PalaFestival, che sarà condotta da Veronica Maya e andrà in onda su Rai2.

Il programma prevede in concorso otto film, quindici cortometraggi e quattro documentari. 

L’evento, organizzato da A&D Comunicazione, si avvale del patrocinio di: Ministero della Cultura (MiC), del Ministero dell’Ambiente, della Regione Sicilia, del Comune di San Vito Lo Capo, del Centro Sperimentale di Cinematografia e della Riserva Naturale dello Zingaro. Ed il sostegno del MiC, della Regione Sicilia e del Comune di San Vito Lo Capo.

Il programma integrale del Festival è disponibile su https://festivaldelcinemaitaliano.com/

– prevede le seguenti proiezioni:

FILM IN CONCORSO

– I PREDATORI regia Pietro Castellitto (che ha appena ricevuto le nomination come Miglior regista esordiente e attore non protagonista (Massimo Popolizio)

– SI MUORE SOLO DA VIVI regia Alberto Rizzi

– ROSA PIETRA STELLA regia Marcello Sannino (nomination appena ricevuta ai Nastri d’argento come Miglior soggetto)

– COBRA NON È regia Mauro Russo

– COSA SARÀ regia Francesco Bruni (che ha appena ricevuto ai Nastri d’Argento le nomination come Miglior film, Miglior regia, sceneggiatura, attore protagonista (Kim Rossi Stuart), attrice non protagonista (Raffaella Lebbroroni)

– LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO di Mario Marco De Notaris (che ha ricevuto proprio ieri ai Nastri d’argento due nomination come Miglior fotografia per Francesca Amitrano e come Miglior attrice commedia per Eugenia Costantini)

– IL BUCO IN TESTA regia Antonio Capuano (che ai Nastri D’argento ha appena ricevuto la Nomination come Miglior regia e Miglior attrice protagonista per Teresa Saponangelo)

– DIVORZIO A LAS VEGAS regia di Umberto Carteni

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

Gas station di Olga Torrico

Il vestito di Maurizio Ravallese

Tutte le strade di Samuel di Marzo

Come un uovo nel radiatore di Davide Maria Valsecchi

Verdiana di Daniele Lince e Elena Beatrice

Pepitas di Alessandro Sampaoli

Fulmini e saette di Daniele Lince

La triste vita del mago di Francesco D’Antonio

Onululo di Iacopo Zanon L

Mr H di Giulio Neglia

Come a Micono di Alessandro Porzio

Being my mom di Jasmine Trinca

L’oro di famiglia di Emanuele Pisano

Il ritratto di Francesco Della Ventura

Houston avete un problema di Giancarlo Figuccio

DOCUMENTARI IN CONCORSO

IL POPOLO DEL CIPRESSO 50′ di Giacomo Agnetti

DEFORESTAZIONE MADE IN ITALY 67′ di Francesco De Augustinis

ALBERI 30′ di GABRIELE DONATI, SILVIA GIRARDI

PADENTI / FORESTA 24′ di Marco Antonio Pani

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta