Lega alla Cultura? Interviene la Palmeri: “Non l’accetterei nemmeno all’agricoltura o all’ambiente”

redazione

Lega alla Cultura? Interviene la Palmeri: “Non l’accetterei nemmeno all’agricoltura o all’ambiente”

Condividi su:

sabato 16 Maggio 2020 - 10:40
Lega alla Cultura? Interviene la Palmeri: “Non l’accetterei nemmeno all’agricoltura o all’ambiente”

Anche la deputata del M5S Valentina Palmeri interviene sull’annunciata assegnazione dell’assessorato ai beni culturali e all’identità siciliana alla Lega, da parte del presidente Nello Musumeci. Per la portavoce pentastellata all’Ars si tratta di “un’operazione di palazzo che ha creato, a seguito del passaggio da altri partiti del Centro destra, un gruppo che esiste sulla carta ma non nel sentire della gente”. “La Lega – prosegue la Palmeri – è portatrice di quegli interessi che hanno depredato il Sud a favore del Nord, solo un cieco non può non accorgersi come sia stato tolto al Sud a favore del Nord. Mentre noi non riusciamo ad avere un’autostrada decente si hanno le 4 corsie da Bologna in su e tre o quattro linee ferroviarie parallele”.

“Per quanto mi riguarda – continua la deputata alcamese – non accetterei la Lega, oltre che alla cultura, nemmeno in altri ambiti altrettanto nevralgici come l’Agricoltura o l’Ambiente, ma se dobbiamo essere onesti intellettualmente dovremmo anche ricordare i troppi ministeri strategici per il Sud affidati a ministri leghisti in un momento in cui, finalmente, in molti auspicavamo una svolta green ed una particolare attenzione alle aree meridionali d’Italia, insomma, fu uno schiaffo alla Sicilia, perché… a proposito di cultura Siciliana: “cu nasci mappina un può diventare fazzulettu i sita”. Quindi posso solo vivamente augurarmi che Musumeci riveda la scelta e che sia messo nelle condizioni di rivederla”.

Condividi su:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta