“La nostra casa Comune come un bambino”. Ci scrive Daniele Nuccio, neoconsigliere di “Cambiamo Marsala”

redazione

“La nostra casa Comune come un bambino”. Ci scrive Daniele Nuccio, neoconsigliere di “Cambiamo Marsala”

Condividi su:

mercoledì 24 Giugno 2015 - 10:57
“La nostra casa Comune come un bambino”. Ci scrive Daniele Nuccio, neoconsigliere di “Cambiamo Marsala”

Cosa lega un bambino che gattona ad un uomo preistorico, più “ominide” che uomo?
Prima o poi il bambino prenderà consapevolezza delle sue capacità motorie e capirà di poter contare sulle proprie gambe.
Così come per il bambino anche l’ominide in un dato momento avrà avuto modo di constatare quanto si allargasse il proprio orizzonte una volta abbandonata la postura che più lo accomunava ad una bestia.
Da lì, da questa presa di coscienza, dalla consapevolezza di poter guardare “oltre”, il passaggio evolutivo.
In queste prime settimane di “scoperta” della macchina amministrativa ho maturato anch’io una consapevolezza.
La nostra Città, così come il bambino di cui sopra, per troppo tempo ha semplicemente strisciato, provato a gattonare, forse ha anche cercato di mettersi in piedi ma il peso di almeno un decennio di mancati controlli e giusti stimoli l’ha sempre, inesorabilmente ricondotta al tappeto.
L’impegno preso con la recente vittoria elettorale ci impone di insegnare ad un apparato amministrativo ormai obsoleto a rimettersi in piedi.
Tante le lacune da colmare, diverse le emergenze da affrontare nell’immediato e le risposte da dare a chi ha perso il lavoro, a chi è in graduatoria per un alloggio popolare che nel frattempo è stato occupato, a chi si vede arrivare l’acqua corrente a giorni alterni (quando va bene), ad un commerciante costretto a dover cambiare gli orari di chiusura del suo locale perché “le bande” hanno deciso così, ad un universo giovanile al quale non si è mai concessa una prospettiva…
Bene, a tutti loro dico di starci vicino, di darci una mano nel tentativo di trovare una soluzione ai tanti, troppi problemi che ancora oggi affliggono la nostra comunità.
Il vento è cambiato, è sotto gli occhi di tutti.
Con Alberto Di Girolamo a cambiare è il “metodo”, l’approccio per la soluzione di dette criticità.
E’ tempo di prendere consapevolezza del potenziale di cui disponiamo, partendo dalle innumerevoli risorse naturali e storiche, passando per l’eno-gastronomia e le tante professionalità che insistono nel territorio.
E’ tempo di prendere insieme, amministrazione e cittadinanza, questo bambino ed invitarlo a guardare l’orizzonte che gli è davanti, una prospettiva migliore della condizione presente. Non sarà certamente facile ma vi assicuro che ce la metteremo tutta.
Buon lavoro a tutti voi.

Daniele Nuccio

Consigliere comunale di “Cambiamo Marsala”

Condividi su: